La carta delle uova di Pasqua è colorata, brillante, vivace e non riciclabile perché carta non è. È una mescola indivisibile di alluminio e plastica, destinata quindi al bidone del “secco indifferenziato” e quindi all’inceneritore.

È in questi casi che entra in gioco il riciclo creativo: un materiale come la carta delle uova di Pasqua si presta a tantissimi usi alternativi, basta lavorare un po’ di fantasia.

Occorrente necessario per questo o quel riciclo: forbici, colla rapida, pinzatrice, filo da cucito, stecchini, stuzzicadenti.

>> Leggi come riciclare la carta in modo creativo

La prima idea non si discosta poi molto dall’uso originale: impacchettate per zie e fratelli gli avanzi del pranzo pasquale nella carta delle uova, è già adatta all’uso alimentare.

La seconda idea è molto stagionale e già le bisnonne la conoscevano: tagliatela a strisce, legatene cinque o sei a uno stecchino e infilatele, o appendetele a un filo, nell’orto come spaventapasseri. Che sia un orto a tutti gli effetti o che abbiate qualche cassetta e vaso sul balcone, funzionerà lo stesso: la carta riflette la luce e fa rumore nel vento, è quanto basta per scoraggiare la maggior parte dei becchi dall’avvicinarsi al vostro orticello.

La terza idea è sempre festiva: tagliate delle strisce e inanellatele fra loro per creare delle ghirlande e dei festoni, perfetti per decorare la casa per un compleanno o qualsiasi altra festa. Non preoccupatevi se il motivo decorativo della carta ha un tema troppo pasquale, una volta tagliato a strisce e scomposto in anelli non dovrebbe notarsi più. Nel caso si notassero ancora troppo coniglietti, colombe e uova pastello basterà girare la carta dal lato interno, tenendo in mostra la parte argentata e nascondendo quella decorata.

 width=

La quarta idea richiede solo un po’ di pazienza: tagliate la carta in strisce non regolari, le estremità devono essere più sottili, la parte centrale dev’essere più panciuta. Mettete una goccia di colla su una delle due estremità e, con l’aiuto dello stuzzicadenti, iniziate ad arrotolare la striscia su se stessa, quando sarete arrivati all’altra estremità incollate anche questa al rotolino di carta, ripetete più volte, et voilà avrete bellissime perline luccicanti, da usare per collane, orecchini e altre decorazioni.

Altre idee semplici per riciclare creativamente la carta delle uova di Pasqua sono: usarla per farne collage, i colori accesi e sgargianti si prestano benissimo, sempre in tema artistico è perfetta per proteggere il pavimento in caso si intenda dipingere un quadro o i muri di casa, se sperimentate con la plastica fusa potreste farne inclusioni colorate e luccicanti, riducetela in strisce finissime da usare per riempire quelle palline di natale vuote e trasparenti. Un po’ fuori stagione forse, ma meglio portarsi avanti.

1 aprile 2013
I vostri commenti
Cristina Padovan, domenica 30 giugno 2013 alle14:07 ha scritto: rispondi »

Ciao Angela, grazie per il commento, l'idea di usarla per incartare i pacchi da spedire è veramente brillante! E le scatole dei giocattoli saranno sicuramente ancora più belle così colorate!

Angela , lunedì 24 giugno 2013 alle8:49 ha scritto: rispondi »

Io la utilizzo, dalla parte argentata, per incartare i pacchi da spedire, oppure dalla parte colorata per rivestire scatole che poi utilizzo come contenitori per i giocattoli delle mie 3 bambine... Ciao

Lascia un commento