Purificare l’aria in casa: 5 piante d’appartamento utili

Che le piante siano importanti per la qualità dell’aria, e quindi della vita, lo sanno ormai tutti. Quello che forse non tutti sanno è che si può usufruire di questi benefici anche su piccola scala, in un appartamento o in un ufficio.

Esistono infatti alcune piante da interni che svolgono l’importantissimo ruolo di purificare l’aria che respiriamo da elettrosmog, gas provenienti dai fuochi di cottura, sostanze volatili usate nei detergenti per la pulizia della casa, dai mobili o addirittura dai colori usati per tinteggiare le pareti come formaldeide, acetoni e altri.

La ricerca parte dalla NASA, negli anni ottanta. Dopo vent’anni di ricerca le piante identificate sono più di cinquanta.

Non serve conoscerle e averle tutte, fortuna vuole che alcune delle piante più indicate per purificare l’aria di casa o dell’ufficio, siano anche quelle che sono già più conosciute come piante da interni.

  • Il pothos, che vive anche in semplice coltura d’acqua e con poca luce, è utile per assorbire formaldeide;
  • Le dracene, come il tronchetto della felicità, combattono i gas derivati da lacche e vernici, usate anche nella produzione di mobili, la più potente è la dracena deremensis;
  • L’edera combatte la formaldeide ma soprattutto è utile a chi ha animali domestici, in quanto funge da filtro per eventuali parassiti delle feci;
  • Per chi ha molto spazio in casa l’areca è l’ideale, la pianta numero uno per purificare l’aria degli ambienti chiusi, non troppa luce e giuste dosi d’acqua;
  • La palma di bamboo, o palma della fortuna, è un filtro efficace contro il benzene e il tricloroetilene.

Riassumendo i vantaggi e i benefici di queste piante da interni troviamo: purificazione e pulizia dell’aria negli ambienti chiusi, facilità di coltivazione, anche per chi non è dotato di pollice verde, e doti decorative.

19 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Cristina Padovan, sabato 2 marzo 2013 alle12:40 ha scritto: rispondi »

Decisamente meglio dei "deo" nella presa della corrente! Ho cercato di indicare piante che fossero facili da mantenere: basta ricordarsi di innaffiarle una volta ogni tanto!

Mch Clara, martedì 19 febbraio 2013 alle12:59 ha scritto: rispondi »

davvero interessante, una pianta al posto del classico "deo" infilato nella spina ... da considerare sicuramente ... anche se dovrei testare il mio pollice verde che di verde ha ben poco. Clara

Lascia un commento