Pilates aiuto naturale contro la sclerosi multipla

Secondo varie ricerche scientifiche il Pilates potrebbe caratterizzarsi come un aiuto importante contro la sclerosi multipla. Questa ginnastica si basa sulla concentrazione, sulla precisione e sulla respirazione. Il tutto è finalizzato all’assunzione di una postura corretta, a prendere consapevolezza del corpo e della mente.

Si lavora sui muscoli posturali per tenere il corpo bilanciato. I risultati possono consistere nel miglioramento della postura e nella riduzione della rigidità e delle tensioni. Ecco perché gli esercizi di Pilates si rivelano essenziali per lavorare sulla muscolatura posturale e quindi sono significativi per chi presenta, a causa della malattia, difficoltà di equilibrio.

=> Scopri cos’è il Pilates Matwork

Inoltre vengono coinvolti altri elementi, come la forza e la flessibilità dei movimenti. Il vantaggio è quello di non richiedere sforzi eccessivi, evitando anche l’aumento della temperatura corporea. Per le persone affette da sclerosi multipla quest’ultimo punto è fondamentale, perché l’affaticamento e l’accaloramento possono determinare a volte un peggioramento temporaneo dei sintomi.

Una ricerca dell’Università di Plymouth (Regno Unito) ha coinvolto 100 persone seguite per 12 settimane. I ricercatori hanno confrontato un gruppo di individui che hanno praticato Pilates e un altro composto da soggetti che hanno seguito un programma di fisioterapia. Ne è emerso che chi si era dedicato al Pilates mostrava un miglioramento delle capacità motorie, soprattutto in termini di equilibrio.

=> Leggi alcuni consigli utili su come scegliere la musica per il Pilates

Una ricerca svolta in Turchia ha invece evidenziato i benefici che questa ginnastica posturale può portare alla flessibilità e alla resistenza muscolare. In questo studio sono state coinvolte 20 persone che avevano alle spalle molti anni di storia di sclerosi multipla. Di questi 11 soggetti hanno svolto esercizi di Pilates e 9 attività fisica tradizionale. Il tutto per 8 settimane. Entrambi i gruppi hanno migliorato le loro prestazioni fisiche, ma le persone che avevano praticato il Pilates hanno avuto la possibilità di migliorare l’equilibrio e di ridurre il senso di stanchezza.

Sempre dedicata alla sclerosi multipla è un’altra ricerca del Sheba Medical Center di Israele. L’obiettivo è stato quello di confrontare i benefici dati dalla ginnastica posturale con quelli ottenuti mediante la terapia fisica ambulatoriale. Dopo 12 settimane in cui sono state coinvolte 45 persone affette da sclerosi multipla è emerso che in entrambi i casi erano migliorati l’equilibrio e la velocità di camminata. Di conseguenza si è visto che il Pilates può avere gli stessi effetti della terapia fisica.

Lo stesso risultato è stato evidenziato da uno studio della Gazi University in Turchia, in cui sono stati osservati miglioramenti della mobilità, dell’equilibrio e della forza muscolare.

16 novembre 2017
Lascia un commento