Non capita di rado che le operazioni di depilazione o rasatura possano causare delle irritazioni, alcune transitorie altre ben più complesse. La follicolite da depilazione è una conseguenza mediamente diffusa, che può comportare fastidio e rossore, nonché prurito e altre dolorose manifestazioni. Ma quali sono i consigli per minimizzare questa evenienza e, ancora, quali i rimedi naturali per attenuarne i sintomi?

Prima di cominciare, considerato come la follicolite sia normalmente di natura batterica, è utile sottolineare come i pareri del medico curante e del dermatologo siano fondamentali per il trattamento della follicolite da depilazione. Le manifestazioni possono essere infatti anche molto invasive, tali da richiedere il ricorso a specifici farmaci. Le informazioni di seguito riportate, di conseguenza, hanno un carattere unicamente informativo.

Follicolite da depilazione: cos’è?

Per follicolite si intende generalmente una condizione che coinvolge il follicolo pilifero, quest’ultimo colpito da un’infezione acuta di tipi batterico o fungino. Gli agenti scatenanti più comuni sono lo Staphylococcus Aureus e la Pseudomonas aeruginosa, della famiglia dei batteri, ma anche il Pityrosporum, un fungo.

La follicolite può manifestarsi sotto diverse forme ed entità: la più comune è l’arrossamento della zona affetta, con la formazione di piccole papule eritematose, spesso purulente o ricolme di pus. Gli agenti infettanti, penetrati nel profondo del follicolo, tendono infatti a determinarne l’ostruzione, per l’azione di contenimento da parte del sistema immunitario. La follicolite può spesso portare alla formazione di peli incarniti poiché, data l’infiammazione e il foruncolo venutosi a formare, il pelo stesso non riesce a fuoriuscire all’esterno, continuando la sua crescita nei primi strati dell’epidermide.

=> Scopri i consigli per i peli incarniti all’inguine

 Cause della Follicolite da Depilazione

Si parla di follicolite da depilazione quando il disturbo è ovviamente conseguente alle attività di rimozione del pelo, si tratti della ceretta, della rasatura e molto altro ancora. L’eliminazione a strappo, quando non eseguita correttamente, può irritare il follicolo e generare microtraumi sulla pelle, tali da garantire un accesso più semplice ai batteri che solitamente albergano sulla stessa. Per la rasatura, invece, l’irritazione è generata dall’azione della lama: se non eseguita correttamente, questa abitudine può determinare piccole ferite, nonché favorire la formazione di peli incarniti.

La follicolite da depilazione può colpire sia gli uomini che le donne. Per il genere femminile, le zone più affette sono inguine e gambe, mentre per quello maschile la manifestazione può estendersi anche a petto, schiena e barba. Entrambi possono quindi essere soggetti a disturbi a livello ascellare, una zona molto delicata perché, oltre a essere normalmente prolifica in termini di popolazione batterica, può determinare un ambiente ad alta umidità, gradito dagli stessi microrganismi. Infine, il disturbo connesso alla depilazione può essere superficiale, e perciò più incline a una risoluzione spontanea, oppure profondo, tale da richiedere anche un trattamento farmacologico consigliato dal medico o dal dermatologo.

Prevenzione della Follicolite da Ceretta

La follicolite da depilazione è una problematica la cui eventualità può essere facilmente ridotta grazie a una buona prevenzione. Questo poiché, come già accennato, meno traumatica è la rimozione del pelo, minori sono le possibilità che si formino irritazioni o microtraumi che potrebbero rappresentare una via d’accesso a microorganismi esterni.

=> Scopri la ceretta araba

In caso si preferisse la ceretta o altri sistemi a strappo, utile è ricorrere a metodi che non risultino eccessivamente aggressivi per la pelle, anche in base alle proprie reazioni e alla sensibilità personale. Ad esempio, la ceretta araba è nota per essere più delicata e meno invasiva di altre, potrebbe quindi essere una soluzione di prima scelta per le pelli delicate. Ancora, è indicato lavare accuratamente la parte da depilare prima del trattamento, per ridurre la normale proliferazione batterica, quindi applicare soluzioni disinfiammanti e lenitive a operazione terminata, quali creme alla calendula, impacchi di camomilla e gel di aloe vera. Qualora si scegliesse il rasoio, invece, utile è accertarsi che le lame siano ben pulite e disinfettate e, dopo aver pulito adeguatamente la parte, si proceda lentamente e senza una pressione eccessiva, seguendo la direzione del pelo. In caso di piccoli tagli si dovrà provvedere a un’adeguata disinfezione, dopodiché è sempre consigliata l’applicazione di creme o soluzioni disinfiammanti e lenitive.

Rimedi Naturali contro la Follicolite da Depilazione

Quando la follicolite si manifesta in forma leggera, è possibile approfittare di alcuni rimedi naturali, dopo aver consultato lo specialista. Possono essere utili impacchi di malva, poiché naturalmente lenitiva e antibatterica, nonché timo, aglio, bergamotto, camomilla, calendula e aloe. Per situazioni più gravi, ad esempio con numerosi foruncoli purulenti, dolore e arrossamento esteso, il medico potrebbe consigliare dei trattamenti mirati e specifici.

15 luglio 2017
Lascia un commento