Il grano saraceno è un falso cereale: i semi e la farina del Polygonum fagopyrum hanno usi e proprietà nutrizionali simili ai cereal, dal punto di vista botanico la pianta però appartiene alla famiglia delle Poligonacee. Non è, in altre parole, una graminacea.

La coltivazione e l’uso alimentare di questo “grano” sono presenti in italia già dal 1400, ma l’origine è orientale. La sua presenza sul nostro territorio è tanto radicata che la farina di grano saraceno è l’ingrediente principale di alcune ricette tipiche delle nostre valli alpine: la polenta taragna, i pizzoccheri della valtellina e la “turte de poia” ladina.

Dal punto di vista nutrizionale, questo falso cereale ha alcune caratteristiche nutritive interessanti, ad esempio:

  • il suo amido è particolarmente ricco di amilopectina: ciò lo rende facilmente digeribile;
  • è privo delle gliadine del glutine e dunque è un ingrediente adatto a chi soffre di celiachia;
  • a differenza delle Graminacee apporta anche una discreta quantità di amminoacidi essenziali solforati;
  • è una buona fonte di ferro, potassio, fosforo, rame e zinco.

Vediamo come utilizzare questa farina in tre ricette dolci: un plumcake con le nocciole, dei biscotti e i muffin al cioccolato.

Plumcake nocciole e pere

Ingredienti:

  • 140 g farina di grano saraceno;
  • 100 g amido di mais;
  • 200 g latte vaccino scremato;
  • 200 g pere;
  • 2 uova;
  • 40 g di nocciole sminuzzate;
  • 20 g di olio di mais o di oliva;
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Preriscaldate il forno a 180 gradi e, nel frattempo, mettete in un mixer le due farine, il lievito, l’olio, le uova e il latte. Frullate il composto e, una volta reso omogeneo, versatelo in una ciotola. Lavate a sbucciate le pere e, con l’aiuto di un coltello affilato, tagliatele in fettine piccole e sottili. Unite le pere all’impasto, mescolate e trasferite tutto in uno stampo antiaderente da plumcake (20×8 cm circa). Prima di informare distribuite sulla superficie le nocciole sminuzzate, quindi cuocete in forno caldo per circa 40 minuti. Sfornate e lasciate riposare per 5 minuti prima di sformare dallo stampo.

Biscotti integrali con grano saraceno

Ingredienti:

  • 100 g di farina di frumento integrale;
  • 200 g di farina di grano saraceno;
  • 150 g di zucchero di canna;
  • 1 uovo;
  • 90 grammi di olio;
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Mettete in una ciotola l’uovo e lo zucchero, quindi lavorate energicamente fino a ottenere una consistenza spumosa. Unite l’olio, le due farina e il lievito. Impastate con le mani fino ad amalgamare tutti gli ingredienti per la classica palla di pasta. Coprite la ciotola con la pellicola da cucina e fate riposare in frigo per trenta minuti.

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e stendetelo con l’aiuto del matterello sul piano lavoro infarinato. Tagliate i biscotti con le formine apposite o, se non le avete, con il bordo di un bicchiere. Adagiate i biscotti tagliati su una teglia antiaderente e cuocete in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti. Sfornate e fate raffreddare su una gratella.

Muffin al cioccolato fondente

Ingredienti per 12 muffin:

  • 400 g di farina di grano saraceno;
  • 250 g di yogurt al naturale;
  • 200 ml di latte di riso;
  • 60 g di zucchero;
  • 120 ml di olio di mais o di oliva;
  • 1 bustina di lievito per dolci;
  • 100 g di gocce di cioccolato fondente.

Prendete due ciotole: in una mettete tutti gli ingredienti liquidi e nell’altra tutti i solidi. Procedete ad amalgamare mescolando gli ingredienti nei due contenitori separati. A questo punto versate i liquidi nelle polveri e mescolate rapidamente: l’impasto deve rimanere grumoso. Versate l’impasto nei classici pirottini da muffin e cuocete in forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti.

Queste tre ricette, proprio come tutti gli altri dolci, sono un piacere per il palato e non ci si dovrebbe rinunciare, soprattutto quando si tratta di quelli fatti in casa con ingredienti selezionati e genuini. Mangiare sano è una questione di consapevolezza: nel caso di tutti i dolci è bene gustarli al mattino, quando abbiamo davvero bisogno di energia, e anche di una certa quantità di zuccheri semplici che entrino velocemente in circolo.

30 gennaio 2015
Immagini:
I vostri commenti
antonia, lunedì 5 settembre 2016 alle19:06 ha scritto: rispondi »

nel Plumcake nocciole e pere non c'è lo zucchero?

angela, giovedì 14 gennaio 2016 alle16:54 ha scritto: rispondi »

Nel plumcake non c è lo zucchero, né tra gli ingredienti né nel procedimento. Prima d insistere nel dire che c è, dovresti verificare. E correggere! Grazie.....

Lana, martedì 23 giugno 2015 alle23:58 ha scritto: rispondi »

ciao Barbara, anche io come Laura ho trovato la quantità di zucchero nei muffin, ma non nel plumcake

Barbara, venerdì 29 maggio 2015 alle13:18 ha scritto: rispondi »

cè scritto 60 gr di zucchero nella ricetta !!! io metto quello integrale di canna !

laura, giovedì 28 maggio 2015 alle12:43 ha scritto: rispondi »

ciao, ma nel plumcake non c'è zucchero?

Lascia un commento