Chi ama la corsa e possiede un cane solitamente unisce le due situazioni, facendosi scortare dal quattro zampe nell’allenamento quotidiano. Non esistono ostacoli o controindicazioni per correre con Fido bensì, dopo un primo assaggio, sarà lui stesso a richiedervi la pratica. Del resto, chi meglio di un cane può sopportare l’idea di un’abitudine ripetitiva come il jogging? Sarà possibile modificare percorsi o andatura, ma la routine motoria dell’allenamento piace tantissimo a quell’abitudinario del cane di casa.

Se siete alle prime armi per quanto riguarda la corsa, ma volete che il vostro amico esca con voi, è importante seguire poche ma utili regole per ottenere un esito positivo. Prima tra tutte la razza del vostro cane: alcune sono predisposte per la corsa e l’allenamento altre per il sollevamento zampe dal divano al cuscino. È vero che ogni animale adora passeggiare, ma alcune razze non sono fisicamente predisposte per la corsa, se non quella breve e di poca durata. Quindi se possedete un Carlino, o un cane delicato oppure di piccolissima taglia, meglio evitare di coinvolgerlo nell’allenamento.

Indispensabile poi considerare l’età dell’animale, se troppo giovane o troppo anziano è vietato trascinarlo nella corsa. Nel primo caso potrebbe agire sulle sue articolazioni, ancora troppo delicate e in fase di crescita, mentre nel secondo potrebbe incidere negativamente sulla sua salute. Via libera alla passeggiata per entrambi, ma che sia adeguata allo stile e all’indole individuale del vostro amico. E nel caso Fido fosse idoneo è importante testare il suo stato di salute, che sia sano e pronto per un training intensivo.

Pronti per la maratona soft non dimenticatevi gli accessori base: sacchetti per le deiezioni, acqua per rinfrescare Fido, guinzaglio per controllare la corsa in mezzo a zone trafficate e per proseguire nell’addestramento educativo. In questo modo Fido imparerà a seguirvi o anticiparvi nel modo corretto e con il tempo, quando sarà pronto, potrà correre da solo in zone libere da pericoli replicando i comandi assimilati.

12 dicembre 2013
Fonte:
I vostri commenti
Dani Pedalatoro, venerdì 30 maggio 2014 alle10:06 ha scritto: rispondi »

Salve a tutti dal blog pedalatoro.blogspot.it Vedere correre il mio cane Henry è una meraviglia, ogni tanto corriamo assieme, ma preferisco farlo in collina rispetto alla città dove purtroppo risiedo (non ci sono incroci, auto, persone, ecc., e in più ci sono piccoli ostacoli da saltare). Ogni cane ha il suo carattere e le sue esigenze. Se esco per provare i 10km in pianura su asfalto di sicuro non lo porto con me, se invece i 10 li faccio su sterrato dentro un bel boschetto è il benvenuto!!! La corsa è importante perché i cani sono portati per loro natura a correre alla grande, ma bisogna considerare oltre alla razza e all'età, anche le dimensioni del loro cuore, bisogna quindi rispettare la loro natura! Se lo vedo affannato mi fermo, non devo mai mettere le mie esigenze sopra le sue! E se noi mangiamo un po' durante la corsa, loro non devono mai farlo. Infine la corsa è utile per prevenire possibili danni in casa, infatti certi cani giovani che non vengono fatti divertire e sfogare a sufficienza, poi strappano e mordono un sacco di cose e i padroni se ne stupiscono.. e pensare che hanno un cervello più grande LOL

Lascia un commento