Anche i cani soffrono di sonnambulismo

Sebbene il ritmo del sonno dei cani sia molto diverso da quello umano, anche gli amici a quattro zampe possono soffrire di sonnambulismo. È quanto rivela una survey condotta nel Regno Unito, pronta a dimostrare come Fido spesso si sposti all’interno dell’abitazione nonostante stia dormendo, forse immaginando di seguire una preda. Un comportamento che si manifesterebbe con più frequenza durante la fase REM, quando l’attività onirica è più profonda e coinvolgente.

I dati provengono da un sondaggio condotto da Wagg, una società locale specializzata nella produzione di cibo per animali, su un campione rappresentativo di 1.000 cani e dei loro relativi proprietari. Proprio a questi ultimi è stato sottoposto un questionario, che ha evidenziato come il 27% degli intervistati abbia notato degli episodi di sonnambulismo per l’amico a quattro zampe. Non è però tutto, poiché il 99% degli appassionati di cani conferma come i loro quadrupedi spesso sperimentino sogni vividi, una possibilità recepita dai movimenti improvvisi delle zampe o della coda durante il riposo. Abbastanza sorprendente, inoltre, è notare come il 66% del campione sottolinei come l’animale possa anche abbaiare o ringhiare durante il sonno, mentre il 35% ha notato un vigoroso scodinzolio.

=> Scopri perché i cani dormono acciambellati


Sebbene i risultati possano apparire del tutto interessanti, i veterinari prendono però con cautela questo sondaggio. Robert White-Adams, esperto di comportamento canino, ha spiegato come sia difficile provare scientificamente episodi di sonnambulismo per gli animali a quattro zampe. Ben più certa, invece, è la possibilità che l’animale abbaia o muova la coda, poiché fatto già ben conosciuto all’interno della letteratura scientifica.

=> Scopri i vantaggi del dormire con il cane


Nel mentre, il sondaggio ha anche svelato quale sia la razza più “disturbatrice” durante la notte: l’82% dei proprietari di Boxer, infatti, sveglia di essersi svegliato nel bel mezzo del sonno a seguito del rumore generato dal compagno a quattro zampe.

22 novembre 2017
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento