Le ricette con orzo sono una alternativa alle più classiche preparazioni con il riso o anche con gli altri cereali. Questo ingrediente modifica aspetto, gusto e qualità nutrizionali dei piatti della cucina tradizionale o di tutti i giorni.

L’orzo è una pianta erbacea della famiglia delle graminacee, matura velocemente e può essere coltivata con buoni risultati, in pianura come in montagna. L’Italia è tra i maggiori produttori.

Dal punto di vista nutrizionale, l’orzo è composto dal 65% di carboidrati e dal 10% di proteine. Apporta inoltre buone quantità di sali minerali come come ferro, potassio, magnesio, zinco e calcio. Questo cereale, inoltre, è una fonte di beta glucani che hanno un’efficacia scientificamente provata nel ridurre il colesterolo LDL e dunque il rischio di soffrire di patologie cardio-coronariche. Di questi vantaggi, purtroppo, non possono godere coloro che soffrono di celiachia, perché contiene glutine.

Di seguito 5 ricette con orzo: si tratta di ricette note, che di solito prevedono l’uso del riso. Qui la versione con un cerale diverso, anche per dimostrare che per cambiare gusto e aspetto ad un piatto basta davvero poco.

Orzo alla cantonese

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di orzo perlato;
  • 200 g di piselli lessati;
  • 2 uova intere;
  • 3 cucchiai di salsa di soia;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Versate l’orzo in un tegame antiaderente a bordi alti, copritelo con acqua bollente, salate leggermente e fare cuocere per quindici minuti circa. Nel frattempo sbattete le uova, preparate un frittata che appena pronta taglierete in fettine sottili. Scolate l’orzo e versatelo in una padella antiaderente, aggiungete i piselli lessati e la frittata tagliata. Mescolate e condite con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e la salsa di soia. Servite l’orzo alla cantonese caldo.

Orzo alla milanese

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo perlato;
  • 40 g di cipolla bianca sminuzzata;
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale caldo;
  • 40 g di formaggio grattugiato;
  • 100 ml di vino bianco secco;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • zafferano.

Mettete la cipolla in una casseruola antiaderente con bordi alti e unite l’olio extravergine di oliva: fate rosolare per qualche minuto mescolando, quindi aggiungete l’orzo e fatelo tostare per qualche minuto prima di aggiungere il vino bianco. Una volta che il vino sarà sfumato, unite gradualmente il brodo vegetale caldo: un bicchiere per volta aspettando tra l’uno e l’altro che il precedente venga assorbito. Dopo circa venti minuti togliete dal fuoco e condite prima con lo zafferano e poi con il formaggio: mescolate bene e servite caldo.

Orzo agli asparagi

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di orzo perlato;
  • 400 g di asparagi;
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale caldo;
  • 40 g di cipolla bianca sminuzzata;
  • 100 ml di vino bianco secco;
  • 40 g di formaggio grattugiato.

Pulite gli asparagi, lessateli in acqua per 5 minuti quindi scolateli e tagliateli a pezzetti. Mettete la cipolla sminuzzata in una padella antiaderente con i bordi alti, unite l’olio e fatela appassire. Aggiungete l’orzo, fatelo tostare per cinque minuti mescolando e poi aggiungete il vino bianco: lasciatelo sfumare. Iniziate quindi ad aggiungere il brodo vegetale gradualmente. Dopo circa 10 minuti unite gli asparagi tagliati.
A fine cottura spegnete la fiamma, unite i formaggio grattugiato, mescolate bene e servite caldo.

Orzo alla parmigiana

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di orzo perlato;
  • 40 g di cipolla bianca sminuzzata;
  • 100 ml di vino bianco secco;
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale caldo;
  • 40 g di parmigiano grattugiato;
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Fate dorare la cipolla nell’olio, quindi aggiungete l’orzo e mescolando bagnate il riso prima con il vino e poi, gradualmente, con il brodo vegetale caldo. Dopo circa 20 minuti togliete l’orzo dal fuoco, conditelo con il parmigiano, mescolate bene e servite caldo.

Orzo alla modenese

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo perlato;
  • 40 g di cipolla bianca sminuzzata;
  • 100 ml di vino bianco secco;
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale caldo;
  • 6 cucchiai di aceto balsamico stravecchio;
  • 40 g di parmigiano grattugiato;
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Fate appassire la cipolla in una casseruola antiaderente con l’olio, avendo cura di non friggere. Aggiungete l’orzo e fate tostare, quindi sfumate col vino bianco e poi unite gradualmente il brodo vegetale caldo. A fine cottura condite con il parmigiano grattugiato e l’aceto balsamico. Fate riposare per qualche minuto e poi servite caldo.

24 marzo 2015
Lascia un commento