Greenstyle Alimentazione Alimenti Vino invecchiato nello spazio, lusso da 1 milione di euro a bottiglia

Vino invecchiato nello spazio, lusso da 1 milione di euro a bottiglia

Vino invecchiato nello spazio, lusso da 1 milione di euro a bottiglia

Fonte immagine: Pixabay

Un vino invecchiato addirittura nello spazio, destinato ai collezionisti più facoltosi e ai palati più raffinati. È questa l’iniziativa che ha coinvolto una bottiglia di Pétrus 2000, un pregiatissimo Merlot prodotto nella regione di Bordeaux, rimasto in orbita attorno alla terra per ben 14 mesi.

Un progetto nato da un esperimento scientifico, ovvero capire come avvenga la conservazione dei prodotti alimentari in assenza di gravità, in vista di future coltivazioni nello spazio. Ma questi 14 anni hanno modificato i processi naturali di invecchiamento del pregiato vino? Al momento è difficile stabilirlo.

Vino nello spazio, parte l’asta

La rarissima bottiglia di Pétrus 2000 è stata portata nello spazio nel 2019 e conservata all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, insieme ad altri 12 esemplari pregiati. Dopo 400 giorni a gravità zero, un viaggio di 300 milioni di chilometri attorno alla Terra e il rientro nell’atmosfera terrestre lo scorso gennaio, il vino pregiato è stato messo all’asta da Christie’s. Secondo gli organizzatori, l’evento potrebbe portare alla vendita della bevanda per 1 milione di dollari.

Al facoltoso acquirente verrà offerta anche una bottiglia dello stesso vino, ma invecchiato sulla Terra, affinché ne possa confrontare sapore e aroma. Jane Anson, giornalista e autrice di Inside Bordeaux, è una delle poche persone al mondo che ha potuto provare questo vino “spaziale”:

Per me è difficile dire se sia meglio o peggio del vino invecchiato a Terra. È certamente differente. L’aroma era più floreale, con un retrogusto di fumo: due elementi che il Petrus acquisisce comunque man mano che invecchia.

Gli esperti si sono quindi chiesti: l’invecchiamento nello spazio è più veloce rispetto a quello sul Pianeta? Al momento non vi sono risposte definitive. Le differenze nel gusto e nel profumo pare siano estremamente evidenti, tanto da paragonare questa bottiglia del 2000 a una con 60 anni d’invecchiamento. Ma gli scienziati non sanno dire se sia effetto dell’assenza di gravità o di altro.

Di tutte le bottiglie di vino mandate in orbita, solo una verrà venduta. Tre sono state aperte per vagliarne il sapore, mentre le rimanenti verranno impiegate per la ricerca scientifica.

Fonte: BBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle