Greenstyle Sostenibilità Moda Quali sono le tinture ecologiche per tessuti?

Quali sono le tinture ecologiche per tessuti?

Quali sono le migliori tinture ecologiche per tessuti? Per scegliere il colorante ideale per i tuoi capi, devi conoscere le materie prime e l'impatto ambientale dei prodotti che intendi acquistare. Se vuoi rinnovare il tuo guardaroba in modo sostenibile, però, puoi affidarti anche a tinture dalla storia millenaria, a base di erbe, spezie e frutti di bosco.

Quali sono le tinture ecologiche per tessuti?

Fonte immagine: iStock

Foglie, spezie, bacche, erbe, radici e anche qualche ortaggio: le tinture naturali ed ecologiche per tessuti sono un tesoro apprezzato e sfruttato da sempre. Sin da molto prima che le tinture sintetiche facessero il loro ingresso nell’industria tessile, per colorare di nero una maglia, un pantalone o un tessuto qualsiasi si ricorreva a ingredienti naturali come il carciofo, l’hennè, le more.

Per tingere di giallo si utilizzava la curcuma, mentre per ottenere un bel rosa acceso si ricorreva al karkadè o alla barbabietola.

Ma quali saranno gli altri modi per tingere i tessuti di blu, verde, arancione e marrone senza inquinare l’ambiente? In questo articolo esamineremo alcune delle tinture ecologiche naturali più efficaci, per trasformare i tuoi abiti a costo zero e in modo 100% green.

Prima, però, vediamo come dovrebbero essere delle tinture per tessuti ecologiche e sostenibili.

Quali sono le tinture ecologiche per i tessuti?

tinture naturali tessuti
Fonte: iStock

Perché possano essere considerate “ecologiche”, le tinture per tessuti dovrebbero derivare da materie prime naturali, preferibilmente di origine vegetale, dovrebbero avere un basso impatto ecologico e non dovrebbero essere inquinanti per l’ambiente.

Tali prodotti dovrebbero essere privi di sostanze chimiche tossiche o dannose, dovrebbero essere biodegradabili e richiedere un bassissimo quantitativo di acqua, sia durante la fase di realizzazione che durante il loro utilizzo.

Se intendi acquistare delle tinte per vestiti, dunque, da buon consumatore eco-consapevole dovresti prestare attenzione alla lista degli ingredienti e cercare informazioni in merito all’impatto ambientale del prodotto e dell’azienda produttrice.

Per semplificare la tua ricerca e non rischiare di incappare nella trappola del greenwashing, potresti affidarti alle certificazioni di sostenibilità ambientale, come quella assegnata dalla PETA o la GOTS (Global Organic Textile Standard), applicate a tutti quei manufatti dell’industria tessile (inclusi i coloranti per tessuti) che soddisfano standard ambientali di alta qualità.

Se invece hai voglia di cimentarti nel fai da te, potresti provare a tingere i tessuti con cannella, melograno, hennè e altri ingredienti non inquinanti, a patto che le materie prime (erbe, spezie e piante) vengano coltivate senza utilizzare fertilizzanti e pesticidi chimici e aggressivi per l’ambiente.

Ti va di scoprire come colorare i tessuti in modo naturale? Vediamolo insieme!

Trasforma il tuo guardaroba con le tinture naturali per tessuti fai da te

colorare vestiti fai da te
Fonte: iStock

Tingere i tessuti con le spezie, con il caffè e con altri ingredienti già presenti nella tua cucina potrebbe essere un lavoro semplice, soddisfacente e, si, anche piuttosto divertente. Ecco una lista di ingredienti dal potere colorante che dovresti provare.

Hennè e barbabietola per tingere di rosso

Tra le tinture naturali per vestiti, una delle più apprezzate è certamente la barbabietola, che conferirà un bel colore rosso/rosa ai tessuti. In alternativa puoi usare l’infuso di fiori di ibisco. Per ottenere un rosso che sfuma verso un arancio-marrone, invece, potresti affidarti all’hennè.

Tè e caffè per tingere di marrone i tessuti

Se vuoi tingere un capo di marrone, basterà preparare un buon caffè e sfruttare il suo effetto colorante. Se preferisci, potresti ottenere lo stesso effetto utilizzando le foglie del tè o il mallo di noce.

More e carruba per tingere di nero in modo naturale

Per colorare i tessuti di nero in modo naturale, una soluzione efficace è senz’altro quella a base di succo di more. Se ti è mai capitato di macchiare una maglietta con questo frutto, sai bene di cosa parlo.

E già che siamo in tema di frutti di bosco, per tingere i tessuti di blu in modo naturale potresti utilizzare i mirtilli. Tornando al colore nero, per ottenere un bel colore scuro potresti utilizzare il succo del carciofo.

Adesso tocca a te, libera la fantasia e prova a tingere i tuoi vestiti in modo naturale. Con un pizzico di immaginazione e un grande amore per la natura, potrai dare un nuovo look al tuo guardaroba e prenderti cura del nostro Pianeta.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

I jeans inquinano ma un nuovo metodo di tintura potrebbe renderli ecologici
Moda

La colorazione moderna dei jeans resta uno dei metodi più impattanti a livello di inquinamento ambientale. Ma la moda può anche essere meno problematica e una nuova opzione di tintura potrebbe rendere i nostri pantaloni ecologici. Il blue denim non è per forza pessimo: ci basta sostituire, come sostiene una ricerca danese, il classico indaco sintetico con una variante naturale.