Greenstyle Sostenibilità Consumi Piante per aiuole: come creare bellissime composizioni

Piante per aiuole: come creare bellissime composizioni

Piante per aiuole: come creare bellissime composizioni

Fonte immagine: Pixabay

Allestire un’aiuola nel proprio giardino è certamente una scelta efficace per valorizzare uno spazio chiuso e poter beneficiare di una fioritura costante e regolare. Prima di procedere con la scelta delle piante per aiuole e con la realizzazione vera e propria, tuttavia, è bene progettare con cura questo spazio tenendo conto di una serie di fattori, dall’illuminazione alle necessità di annaffiatura e di cura. Il terreno, ad esempio, deve essere preparato adeguatamente eliminando eventuali erbacce e utilizzando un concime che sia efficace per tutte le specie piantate.

Per creare composizioni gradevoli e ordinate, è fondamentale accostare colori differenti in modo da generare contrasti cromatici belli da vedere, progettando al meglio anche i confini dell’aiuola. Vediamo nel dettaglio tutti gli step da compiere per ottenere un risultato sorprendente e duraturo.

Progettare lo spazio

Una volta stabilite le dimensioni che l’aiuola dovrà possedere, è importante definire a priori una forma geometrica da tracciare sul terreno, optando per la creazione di un perimetro lineare e regolare. Per quanto riguarda la bordatura, è possibile utilizzare dei semplici sassi o pietre naturali, al fine di delimitare lo spazio ed evitare il passaggio al suo interno che potrebbe danneggiare i fiori. È anche importante accostare specie di piante che raggiungono la medesima altezza, in modo da ottenere un risultato uniforme e regolare soprattutto se non si ha molta dimestichezza con questo tipo di coltivazione.

Quali piante scegliere

La scelta delle piante per l’aiuola è senza dubbio il momento più delicato di tutto il percorso. Come accennato sopra, è preferibile piantare esemplari appartenenti al medesimo gruppo o comunque in grado di fiorire nello stesso periodo, creando così un effetto cromatico molto efficace. Solitamente si selezionano piante perenni alternate a piante sempreverdi, che siano facili da gestire e da curare: le prime durano anche diversi anni, le seconde permettono di avere sempre una ricca presenza di verde. In ogni caso, è necessario mettere a dimora le piantine mantenendo una distanza non inferiore ai trenta centimetri l’una dall’altra. Qui di seguito una selezione di piante perfette per dare vita a un’aiuola colorata e vivace.

Edera

Tra le piante sempreverdi, l’edera rappresenta un’ottima scelta per ottenere un effetto verde particolarmente decorativo senza dover faticare eccessivamente. L’edera si adatta con facilità a diversi tipi di terreno e cresce bene sia al sole sia all’ombra. Resistendo bene anche alle gelate, questa pianta è perfetta per coprire anche vaste superfici orizzontali.

Begonia

La begonia è una pianta perenne dotata di piccole foglie cuoriformi, in grado di generare piccoli e numerosissimi fiori di colori diversi molto appariscenti che si sviluppano ininterrottamente da maggio a ottobre.

Petunia

La petunia genera fiori di colorazioni che virano dal bianco al rosa, dal giallo, rosso fino al blu e al viola. Apprezzata soprattutto per questo motivo, è una pianta che può essere coltivata in pieno sole fiorendo da aprile a ottobre, mentre la produzione si riduce se si trova in zone più ombreggiate.

Fiori di vetro

L’Impatiens, meglio nota come pianta dei fiori di vetro, può essere perenne o annuale a seconda della specie. Produce foglie ovali verdi e lucide, mentre dagli steli si sviluppano fiori solitari o doppi che possono caratterizzarsi per una vasta gamma di colori.

Seguici anche sui canali social