Greenstyle Ambiente Animali Pangolino: dove vive e cosa mangia

Pangolino: dove vive e cosa mangia

Le info e quello che volevi sapere sul pangolino: quante specie ne esistono, dove vive, cosa mangia, colori, quanto pesa, dimensioni e qualche curiosità.

Pangolino: dove vive e cosa mangia

Se una cosa ci ha insegnato questa pandemia, è quella dell’esistenza del pangolino, insieme al pipistrello uno degli animali coinvolti, loro malgrado, nella diffusione del Covid. Specie sconosciuta ai più, a meno di non essere accaniti giocatori di Nomi, cose, città e di voler fare bella figura quando esce la lettera P, ecco cosa sapere su questo animale di cui, in realtà, esistono diverse specie. Ma nessuna di esse presente qui in Europa.

Classificazione scientifica del pangolino

Questa è la classificazione scientifica del pangolino:

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Phylum: Chordata
  • Classe: Mammalia
  • Sottoclasse: Theria
  • Infraclasse: Eutheria
  • Superordine: Laurasiatheria
  • Ordine: Pholidota
  • Famiglia: Manidae
  • Genere: Manis

Quanti tipi di pangolini esistono?

Manis culionensis

Il Manis culionensi è noto anche come pangolino delle Filippine. Rispetto agli altri pangolini, ha le scaglie più piccole e la coda più corta.

Manis gigantea o pangolino gigante

Il Manis gigantea o Manis Smutsia gigantea o pangolino gigante vive in Africa. Specie in pericolo, è lungo 75-100 cm con coda di 50-70 cm. Il peso varia fra i 30 e i 35 kg. La pelle e il pelo sono biancastri con scaglie giallo-brune nei giovani e giallo-marroni negli adulti. Il muso è lungo e le zampe anteriori hanno 5 artigli lunghi.

Di giorno dorme nelle tane scavate nel suolo in quanto è un animale notturno. È capace di arrampicarsi e di stare su due piedi usando la coda per rimanere in equilibrio. Si nutre di formiche. È un animale solitario, dall’olfatto molto sviluppato.

Manis temminckii

Il Manis temminckii o pangolino di Temminck o pangolino del Capo vive in Africa. Specie vulnerabile, è lungo 40-70 cm con coda altrettanto lunga e prensile. La testa è piccola e appuntita, gli occhi piccoli e dotati di palpebre spesse. Non ha denti, ma ha una lingua lunga fino a 25 cm che usa per catturare gli insetti. Anche lui ha le zampe dotate di cinque artigli lunghi.

Si nutre di formiche e termiti, ma non disdegna larve o altri insetti. Animale solitario, vive di notte, mentre di giorno dorme in tane scavate nel terreno. Sa arrampicarsi e nuotare. Quando è attaccato, il pangolino si arrotola e chiude su se stesso, diventando una sorta di palla protetta dalle scaglie.

Manis tricuspis

Il Manis tricuspis o pangolino tricuspide o pangolino arboreo è fra i più piccoli: è lungo 33-43 cm, con coda lunga 49-62 cm e prensile. Le scaglie hanno tipicamente tre punte, la testa è piccola, il muso allungato, le zampe corte e le dita hanno cinque artigli lunghi e ricurvi.

Specie in pericolo, si nutre di formiche e termiti. È un animale notturno che vive sugli alberi, raramente scende a terra. È solitario e molto territoriale.

Manis tetradactyla

Il Manis tetradactyla o pangolino dalla coda lunga vive in Africa. Specie vulnerabile, anche lui è fra i pangolini più piccoli: è lungo 30-40 cm, con coda prensile lunga 60-70 cm. Ha ben 47 vertebre caudali, è il mammifero con più vertebre caudali in assoluto. Le zampe sono corte e tozze, con dita dotate di lunghi artigli.

Si nutre di formiche e raramente di termiti. Rispetto ai precedenti pangolini è diurno. Sa nuotare.

Manis crassicaudata

Il Manis crassicaudata o pangolino indiano vive in India, Pakistan, Nepal e Sri Lanka. Specie in pericolo, è lungo 50-80 cm, con coda prensile di 45-60 cm, la più grossa fra tutti i pangolini. Pesa 10-18 kg e ha le scaglie di colore giallo-bruno. La pelle e il pelo sono di colore marrone scuro.

Testa e occhi sono piccoli, le zampe hanno artigli robusti. Mangia formiche e termiti. Vive a terra e scava tane, ma sa arrampicarsi discretamente. È un animale notturno.

In cattività arriva a vivere anche 13 anni.

Manis pentadactyla

Il Manis pentadactyla o pangolino cinese vive in Cina, Nepal e parte dell’India. A rischio estinzione, è lungo 40-60 cm, con coda lunga 27-38 cm. La testa è piccola e il muso appuntito. Ha un colore bronzeo e artigli robusti. Si nutre di formiche e termiti. Anche lui è un animale notturno.

Manis javanica

Il Manis javanica o pangolino del Borneo vive in Indocina, Indonesia, Birmania, Vietnam, Borneo, Giava e Sumatra. Specie in pericolo, è lungo 45-70 cm, con coda prensile lunga 35-65 cm e peso di 3-5 kg. Le scaglie sono ambrate o marroni, la pelle è biancastra e il pelo è scuro. Testa e occhi sono piccoli.

Si nutre di formiche e termiti da cui si difende chiudendo narici e orecchie. Le zampe anteriori hanno lunghi artigli. Vive a terra e scava tane. Sa arrampicarsi ed è un animale notturno.

Dove vive?

Le specie ancora viventi di pangolini vivono nell’Asia meridionale, nell’Asia sudorientale e in Africa. Un tempo, però, esistevano specie che abitavano anche in Europa e America settentrionale.

Caratteristiche del pangolino e cenni di biologia

pangolini
Fonte: Photo by David J. Stang, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La caratteristica peculiare dei pangolini è di avere il corpo ricoperto di squame cornee di cheratina, sono gli unici mammiferi ad avere il corpo coperto da squame. Queste squame si sovrappongono fra di loro per formare una specie di corazza a piastre.

Solo addome, parte interna delle zampe, muso e parti laterali della testa non hanno squame. Le squame sono disposte in modo tale che l’animale possa chiudersi a palla se spaventato. Inoltre le squame sono molto affilate, specie quelle della lunga coda prensile possono essere usate come armi.

I cuccioli di pangolino hanno squame più morbide. Nelle zone libere dalle squame è sempre presente il pelo, mentre alcune specie asiatiche mostrano del pelo anche fra le squame.

Le zampe anteriori terminano con artigli molto lunghi che i pangolini usano per scavare. Tuttavia sono così imponenti da essere d’impiccio quando camminano. Gli occhi sono piccoli, mentre le specie asiatiche hanno orecchie esterne.

Vista e udito sono molto deboli, ma in compenso l’olfatto è prodigioso.

Una particolarità della lingua, cosa condivisa anche dal formichiere gigante, è che non è unita all’osso ioide, ma arriva dalla cavità toracica. Non hanno denti, ma lo stomaco svolge una funzione trituratrice simile al ventriglio degli uccelli, per questo motivo spesso ingurgita sassi.

Riproduzione

I pangolini raggiungono la maturità sessuale a 1-2 anni. Le femmine sono più piccole dei maschi.

Comportamento e abitudini

I pangolini tendono ad essere animali molto solitari: non li trovi in folti gruppi, ma sempre da soli. Tranne, naturalmente, durante la stagione degli accoppiamenti. Sono anche estremamente territoriali: marcano il territorio tramite un secreto dall’odore molto forte prodotto da ghiandole situate vicino all’ano. Per intenderci: l’odore è equiparabile a quello delle moffette.

Dieta e alimentazione

I pangolini solitamente si nutrono di formiche e termiti, anche se qualche specie ogni tanto mangia anche altri insetti e larve. Grazie agli artigli, riescono a distruggere i formichieri e con il loro muso allungato e la lunga lingua, possono nutrirsi di questi piccoli insetti.

Curiosità sul pangolino

Ecco alcune curiosità sul pangolino:

  • Pangolino è anche il nome di un fumetto satirico scritto e disegnato dal fumettista Marco Tonus durante il lockdown
  • Il pangolino si mangia? Sì e no. Tecnicamente è vietato consumare carni di pangolino in quanto è un animale a rischio di estinzione. Solo che in Asia, in particolare in Cina e Vietnam, la sua carne è particolarmente apprezzata
  • Le scaglie del pangolino venivano usate nella medicina tradizionale cinese. Solo che adesso, essendo un animale protetto perché a rischio estinzione, ecco che come animale è stato tolto dalle liste di ingredienti della medicina tradizionale
  • Non si sa quale sia la durata di vita media di un pangolino allo stato selvatico. Quelli cresciuti in cattività, però, possono arrivare anche a 13 anni
  • A seconda della specie di pangolino, le troviamo classificate da vulnerabili a forte rischio estinzione
  • Esiste anche un Pokémon pangolino: si tratta di Sandshrew, Pokémon di terra di prima generazione interamente ricoperto di scaglie, proprio come il pangolino. Si evolve in Sandslash, pangolino dai lunghi artigli e ne esiste una versione Ghiaccio/acciaio di Alola

Un pangolino come animale domestico?

No, il pangolino non può essere detenuto come animale domestico. È un animale selvatico a forte rischio estinzione, per cui la sua detenzione e il suo commercio sono assolutamente vietati. Gli unici eventualmente a poter detenere legalmente dei pangolini sono gli zoo o le riserve naturali.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Il ponte dell’arcobaleno cos’è?
Animali

Quando muore un cane, un gatto o un qualsiasi animale, si sente dire che è andato sul ponte dell’arcobaleno. Tutto quello che dobbiamo sapere sul mito.