Greenstyle Benessere Salute Palestre e centri sportivi a rischio chiusura, le regole da rispettare

Palestre e centri sportivi a rischio chiusura, le regole da rispettare

Palestre e centri sportivi, si accende il dibattito sulla possibile chiusura a causa dell'aumento dei contagi da Coronavirus.

Palestre e centri sportivi a rischio chiusura, le regole da rispettare

Regna ancora l’incertezza sul fronte palestre e centri sportivi in relazione alla nuova ondata di contagi da Coronavirus. Tutt’altro che unico il parere fornito dal Comitato Tecnico Scientifico, come emerso nelle ore che hanno preceduto la firma del DPCM del 18 ottobre.

Sarà una settimana di intensi controlli sulle strutture, con palestre e centri sportivi chiamati al rispetto delle misure anti Covid-19. Il rischio è che, in caso gli ispettori dovessero riscontrare un numero troppo elevato di infrazioni, il Consiglio dei Ministri possa optare per la chiusura totale del settore. In tale caso potrebbe essere necessario ricorrere ad alcune delle soluzioni per tornare in forma utilizzate durante il periodo di lockdown, come ad esempio la corsa.

Palestre, gli obblighi da rispettare

Per mantenere aperti i centri sportivi occorrerà che al loro interno vengano rispettate le direttive in materia di distanziamento sociale, che deve essere garantito ovunque. Nei locali in cui si svolgono le attività, negli spogliatoi e in tutti gli spazi comuni.

Resta in vigore l’obbligo di indossare la mascherina per gli spostamenti all’interno della struttura, prevedendo se necessario dei percorsi alternativi da e verso lo spogliatoio. La struttura deve provvedere a fornire un adeguato numero di dispenser per disinfettare le mani, garantendo ai frequentatori del centro sportivo la disinfezione sia all’ingresso che all’uscita.

Imperativa anche la disinfezione degli attrezzi tra un utilizzo e l’altro. L’impiego di macchinari e attrezzature che per qualche motivo non possono essere disinfettati è vietato. Altro aspetto che verrà valutato dagli ispettori è infine quello dell’efficacia del ricambio dell’aria.

Innanzitutto viene posto l’obbligo, se “tecnicamente possibile”, di escludere la funzione per il “ricircolo dell’aria”. La pulizia degli impianti deve essere regolare e frequente, inclusa una corretta manutenzione dei filtri. Questi ultimi dovranno essere sostituiti laddove necessario, al fine di garantire un livello di filtraggio sempre ottimale.

Fonte: Sole24Ore

Le informazioni riportate su GreenStyle sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Dieta dopo le feste natalizie: come tornare in forma velocemente
Dieta

Le vacanze di Natale sono per tutti un periodo di autoindulgenza, quello nel quale cediamo alle lusinghe dei tradizionali cibi calorici e mettiamo da parte la palestra. Ma, ora che sono finite, bisogna riprendere in mano le sane vecchie abitudini: ecco come tornare in forma con consigli utili su cosa mangiare grazie ad un menù di esempio e come allenarsi, senza strafare, per perdere quei canonici 2-3 chiletti di rito che il Natale ci ha regalato.