Greenstyle Sostenibilità Consumi Ossigeno attivo: la carta d’identità di questo disinfettante ecologico

Ossigeno attivo: la carta d’identità di questo disinfettante ecologico

L'ossigeno attivo è un ingrediente presente in molti prodotti, da quelli per la cura del corpo fino ai detersivi per il bucato. Ma a cosa serve esattamente, e come si usa questo disinfettante ecologico?

Ossigeno attivo: la carta d’identità di questo disinfettante ecologico

Fonte immagine: iStock

L’ossigeno attivo, o active oxygen in inglese, è considerato da molti un rimedio universale dagli effetti eccezionali. Si dice che faccia miracoli in lavatrice, che aiuti a igienizzare i pavimenti e che migliori persino la salute di pelle, denti e capelli. Ma di che tipo di sostanza stiamo parlando esattamente?

Con il termine “ossigeno attivo” si indica un elemento chimico presente in molti prodotti per la cura del corpo, ma anche negli igienizzanti e nei detersivi per la biancheria e per i pavimenti.

A questo elemento vengono attribuite numerose funzioni benefiche. Si ritiene che possa eliminare batteri, virus, funghi dalle superfici, e persino ridurre i cattivi odori. E’ inoltre considerato un valido detergente e un ottimo igienizzante.

L’ossigeno viene definito “attivo” in quanto è in grado di “liberarsi” o attivarsi quando entra in contatto con alcuni composti, innescando delle reazioni che a loro volta provocano, ad esempio, lo scioglimento delle macchie presenti sui tessuti.

Oltre ad essere incredibilmente efficace in molti ambiti, l’ossigeno attivo è considerato anche un disinfettante ecologico, ideale per pulire la casa senza inquinare.

Ma vediamo più da vicino a cosa serve questo brillante alleato, come usarlo e quali vantaggi potrebbe regalare alla nostra vita.

A cosa serve l’ossigeno attivo?

ossigeno attivo bucato
Fonte: iStock

In ambito domestico, l’ossigeno attivo vanta proprietà disinfettanti e schiarenti, e consente una pulizia ottimale senza danneggiare l’ambiente. Puoi utilizzarlo per lavare il bucato a mano o in lavatrice, ma sarà utile anche per pulire superfici, bagno e pavimenti.

Utile nelle pulizie di casa

Data la sua azione antibatterica, anti-odore, antifungina e igienizzante, puoi sfruttare questo ingrediente per la pulizia della casa, per disinfettare l’acqua della piscina in alternativa al cloro, per lavare la biancheria ed eliminare anche le macchie più ostinate, specialmente quelle di origine organica, come olio, sangue, pomodoro, caffè, cioccolato e frutta.

Puoi utilizzare questo rimedio anche per lavare tutti i tipi di pavimenti, per igienizzare le superfici e lavare gli specchi, la doccia e i sanitari del bagno.

Ossigeno attivo per la lavatrice

Puoi aggiungere una piccola dose di ossigeno attivo in polvere al detersivo direttamente nell’apposita vaschetta della lavatrice, oppure potresti scioglierne una piccola quantità in un litro d’acqua per pretrattare i capi macchiati, sia bianchi che colorati.

E’ sufficiente un lavaggio a basse temperature per ottenere ottimi risultati senza correre il rischio di rovinare il colore dei tuoi vestiti.

Ciononostante, è bene ricordare che l’effetto sbiancante è realmente efficace, per cui un utilizzo troppo frequente di questo rimedio potrebbe far sbiadire i colori.

Utile anche per la cura della pelle

L’ossigeno attivo è presente in numerosi prodotti cosmetici e trattamenti di bellezza per la cura della pelle.

In commercio puoi trovare molte creme per il viso con active oxygen, formulate appositamente per favorire la microcircolazione e nutrire l’epidermide, donando luminosità e compattezza alla pelle.

Per le sue proprietà sbiancanti e pulenti, il rimedio si trova anche in alcuni dentifrici anti macchie.

Dove si trova l’ossigeno attivo?

cura pelle
Fonte: iStock

Puoi trovare facilmente detersivi e sbiancanti per bucato con ossigeno attivo in qualsiasi supermercato o shop on line.

L’ossigeno attivo in polvere o in pastiglie, o anche in formato liquido è invece facilmente reperibile nei supermercati o negozi specializzati.

Come si usa l’ossigeno attivo?

Puoi applicare il prodotto direttamente sulla superficie da trattare. Prima di utilizzare questo rimedio per il bucato o per le pulizie domestiche, però, leggi attentamente le indicazioni riportate sulla confezione e attieniti alle dosi indicate.

Per quanto riguarda l’utilizzo in ambito cosmetico, invece, è meglio evitare di applicare il composto puro o di aggiungerlo direttamente alle creme per la pelle.

Opta piuttosto per cosmetici che contengano già questo principio attivo e, mi raccomando, se soffri di condizioni dermatologiche che richiedono particolare attenzione chiedi un parere al tuo dermatologo prima di utilizzare questi tipi di prodotti.

Seguici anche sui canali social