Greenstyle Mobilità Eco-turismo Orto botanico di Portici: tutte le informazioni per visitarlo

Orto botanico di Portici: tutte le informazioni per visitarlo

L’Orto botanico di Portici è un luogo suggestivo in cui cultura, architettura, natura e storia si incontrano. Quello che ti attende è un vero viaggio fra alcune delle piante più belle del pianeta, specie provenienti dai deserti dell’Africa, piante acquatiche dalla bellezza incantevole e piante officinali che, ancora oggi, migliorano la salute di tutti noi.

Orto botanico di Portici: tutte le informazioni per visitarlo

Fonte immagine: Pixabay

L’Orto botanico di Portici può essere descritto come una vera e propria oasi verde in cui natura, arte, storia e cultura si fondono insieme, per dar vita a un luogo fuori dal tempo, immerso nella storia. Questo incantevole parco botanico si estende per un’ampiezza di circa 20.000 m², e sorge sui giardini del parco della Reggia di Portici, comune campano della città di Napoli.

Per via delle sue origini e della suggestiva location in cui si trova, questo giardino botanico rappresenta il fiore all’occhiello della città campana, un luogo suggestivo intriso di arte, storia e natura, da visitare assolutamente.

Oltre a varietà di piante provenienti da tutto il mondo, al suo interno puoi trovare testimonianze architettoniche e storiche di grande interesse.

Quella che ti attende, non è solo una piacevole giornata all’aria aperta, ma un viaggio alla scoperta delle meraviglie più preziose che la natura e il tempo sono in grado di offrire.

Un po’ di storia…

Noto anche come Orto botanico della Facoltà di Agraria dell’Università di Napoli, questo giardino pieno di meraviglie è nato ufficialmente nel lontano 1872, anno in cui fu fondata, per l’appunto, la Reale Scuola Superiore di Agricoltura, la cui sede si trovava proprio nel Palazzo Reale di Portici.

La Reggia fu fatta costruire fra il 1738 e il 1742 dall’allora Re Carlo di Borbone, che voleva utilizzarla come palazzo reale estivo, prima che venisse costruita la più nota Reggia di Caserta.

Fu grazie al professore di botanica Nicola Antonio Pedicino che i giardini della Reggia di Portici vennero trasformati in quello che è oggi l’orto botanico campano, dove venivano svolti lavori di tipo scientifico e didattico.

Le piante del giardino botanico di Portici

Fonte: Pixabay

Oggi, all’interno dell’orto botanico di Portici sono custodite migliaia di piante appartenenti ad altrettante specie differenti. Magnolie, conifere, piante tipiche dell’area mediterranea, specie provenienti da ogni parte del mondo, come Australia, Asia e Sudafrica, sono ospitate in questo luogo.

All’interno del giardino, una delle aree senz’altro più suggestive è quella dedicata alle piante succulente o piante del deserto, una porzione di circa 1000 mq dotata di serre riscaldate, in cui vivono più di 400 specie di piante provenienti dai deserti dell’Africa e dell’America.

Il parco ospita anche splendide piante acquatiche, come le delicate ninfee; degno di nota è anche un imponente esemplare di Gingko biloba, mentre trovano spazio anche piante tipiche di alcune aree del Sud Italia, come la Primula palinuri.

Fra le sezioni più interessanti ricordiamo anche il giardino delle felci, uno degli angoli da non perdere di questo splendido parco.

Infine, una sezione dell’orto botanico è dedicata anche alle piante utili, vale a dire quelle a uso alimentare o terapeutico.

Le attività dell’Orto botanico di Portici

Come molti altri orti botanici in Italia e nel mondo, anche quello di Portici si impegna nello svolgimento di attività didattiche e divulgative.

La struttura si prefigge lo scopo di favorire la conservazione della biodiversità, e rappresenta oggi un punto di riferimento nel campo dell’educazione ambientale.

Durante la visita, potrai anche prendere parte a percorsi guidati ed eventi culturali di vario genere.

Orto botanico portici: orari e prezzi

Se intendi concederti qualche ora di relax e andare alla scoperta di alcune delle piante più belle del mondo, puoi visitare il parco che in via Università 100 (Portici). Gli orari di apertura della Reggia sono i seguenti:

  • Orario estivo: dal martedì alla domenica, 9:30 – 19:00 (ultimo ingresso alle 17:30)
  • Orario invernale: dal martedì alla domenica, 9:30 – 18:00 (ultimo ingresso alle 16:30).

Il lunedì il parco rimarrà chiuso.

Per poter accedere alla Reggia bisognerà acquistare il biglietto on line, dal sito ufficiale della Reggia di Portici, o direttamente presso la biglietteria della Reggia di Portici.

Il costo della visita (senza guida) è di 8 euro per il biglietto intero e di 6 euro per il biglietto ridotto. Il prezzo include la visita all’Appartamento Reale, l’Herculanense Museum e l’Orto Botanico (esclusa la serra delle succulente).

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Parco nazionale del Circeo: mappa e cosa vedere
Eco-turismo

Con le sue antiche grotte, i paesaggi mozzafiato e la natura incontaminata, il Parco nazionale del Circeo è un vero scrigno di biodiversità. In questo luogo puoi immergerti tra miti, leggende e le più straordinarie bellezze che Madre Natura può offrire.