Omeopatia, la sceglie un italiano su sei

Omeopatia, la sceglie un italiano su sei

Omeopatia sempre più accettata dagli italiani, con oltre il 16% che dichiara di averne fatto uso durante lo scorso anno.

Omeopatia sempre più utilizzata dagli italiani. Il ricorso ai farmaci non convenzionali risulta, specialmente in caso di disturbi di lieve entità, in netto aumento. Questo è quanto emerge dai risultati di un sondaggio condotto dalla DoxaPharma e reso noto da Omeoimprese, ente che raccoglie oltre il 90% delle aziende del settore.

L’omeopatia risulta conosciuta da un’ampia fetta di italiani (82%) mentre il 16% dichiara di averne fatto uso durante i dodici mesi precedenti l’intervista. Il 2,5% dichiara poi di farne un uso regolare per il trattamento dei propri disturbi, ricorrendo alla medicina omeopatica per la cura della propria salute almeno una volta alla settimana.

La conoscenza dei farmaci omeopatici viene trasmessa soprattutto da parte di parenti e amici, che raccontano direttamente le proprie esperienze da utilizzatori. Mostrano maggiore scetticismo gli abitanti del Sud e delle Isole, frutto anche della scarsa informazione da parte di medici e farmacisti. Questo malgrado dall’indagine risulta che oltre il 40% degli italiani accetterebbe di buon grado la prescrizione di una cura omeopatica.

Nonostante in molti ne conoscano l’esistenza e la composizione naturale, senza quindi particolari controindicazioni, la diffusione dei prodotti omeopatici risulta ancora rallentata in alcuni casi dalla questione economica. A ritenere che l’omeopatia sia utile, ma ancora eccessivamente costosa sono in particolare i soggetti ritenuti favorevoli, ma poco informati, residenti soprattutto nel Nord Est e nel Centro Italia.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella