• GreenStyle
  • Consumi
  • Litterati, una app per aiutare a risolvere l’emergenza rifiuti

Litterati, una app per aiutare a risolvere l’emergenza rifiuti

Litterati, una app per aiutare a risolvere l’emergenza rifiuti

Fonte immagine: Unsplash

Successo per l'app Litterati, che favorisce la raccolta dei rifiuti da parte dei cittadini e la definizione di politiche più efficaci.

Una raccolta consapevole dei rifiuti è possibile anche grazie al supporto di una app, si chiama Litterati e sta spopolando in tutto il mondo. A crearla è stato Jeff Kirschner, fondatore e CEO della stessa, sensibile alle problematiche ambientali e al problema dei rifiuti che investano le realtà urbane. In particolare la spazzatura abbandonata per strada, vera piaga sociale dei tempi moderni. L’obiettivo dell’applicazione è quella di raccogliere dati sull’immondizia abbandonata, il suo aspetto, la tipologia del materiale, dove è collocata e anche il marchio.

Una serie di immagini da condividere online così da creare una sorta di mappa virtuale della raccolta rifiuti messa in atto direttamente dai cittadini. Un’operazione che possa incidere sulle politiche locali legate al recupero della stessa, ma anche nei confronti degli imballi utilizzati. Secondo Kirschner coinvolgere la popolazione è necessario, al pari di fornire dati sulla tipologia di rifiuti che vengono indebitamente gettati per terra. Inoltre caricare il tutto sulla app rafforza il senso di collaborazione e di comunità, in tutto il mondo. Una raccolta dati globale che trasforma il recupero dei rifiuti in un modello perennemente in crescita, con 20mila articoli prelevati ogni giorno.

Una raccolta rifiuti mondiale

Il tutto è nato in modo spontaneo durante una passeggiata di Jeff con la piccola figlia, i due erano immersi nei boschi della California alla ricerca di verde e natura incontaminata. Ma la presenza di una serie di rifiuti abbandonati in un ruscello ha reso concreto un problema pressante ovvero quello del mancato rispetto nei confronti dell’ambiente. L’obiettivo di Litterati è quello di evidenziare la tipologia di spazzatura abbandonata in ogni territorio così da trovare una soluzione mirata. A San Francisco la app ha rimarcato una correlazione tra immondizia e sigarette favorendo così una causa legale tra la città e le compagnie del tabacco, ottenendo un raddoppio delle imposte sulla vendita delle stesse e generando 4 milioni di dollari di entrate annuali.

Nei Paesi Bassi Litterati ha spinto una nota azienda di caramelle ha cambiare tipologia di imballo abbandonando una vecchia soluzione poco green, in favore di una confezione riciclabile. L’obiettivo è quello di evidenziare il problema coinvolgendo le persone nella risoluzione, come ha sostenuto lo stesso Kirschner. Una maggiore partecipazione da parte delle singole comunità può davvero fare la differenza, sensibilizzando in modo naturale le persone tanto da spingerle a ragionare sulla necessità di una produzione maggiormente rispettosa e consapevole.

Fonte: TreeHugger

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle