Indivia belga: perché fa bene alla salute

Indivia belga: perché fa bene alla salute

Fonte immagine: Victority via iStock

L'indivia belga è una verdura sempre più impiegata in cucina: dal sapore amarognolo, presenta innegabili benefici per la salute dell'organismo.

L’indivia belga è una tipologia di insalata molto diffusa, anche se maggiormente conosciuta con il nome di scarola belga. Ottima sia per essere consumata fresca che nelle più svariate ricette, ha trovato da tempo ampio spazio all’interno della cucina mediterranea. Non tutti sanno, però, come questa verdura a foglia verde presenti innegabili benefici per la salute.

Quali sono quindi le caratteristiche più note dell’indivia belga e, soprattutto, quali le proprietà utili per l’organismo? Di seguito, qualche informazione utile.

Indivia belga: origine e caratteristiche

Cicoria belga

Con il termine indivia belga si identifica una varietà della Chicorium endivia, una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Come facile intuire, il nome deriva dal luogo di produzione primaria di questa insalata – il Belgio – tuttavia oggi è coltivata in tutto il mondo.

Chiamata anche Cicoria Witloof, scarola belga o cicoria di Bruxelles, si caratterizza per una crescita a cespo, con foglie lunghe e larghe leggermente arricciate. Il gambo tende a essere bianco mentre le foglie sono di un verde leggero, tuttavia questa verdura viene spesso sottoposta a pratiche di imbianchimento per renderla ulteriormente candida.

Amata per la sua versatilità in cucina, presenza un sapore amarognolo con un retrogusto persistente, molto piacevole al palato. Dall’origine povera, viene consumata in tutte le stagioni dell’anno e da qualche tempo ha fatto il suo ingresso ufficiale anche nelle cucine gourmet, dove è sempre più apprezzata.

L’indivia belga viene coltivata con facilità, scegliendo terreni morbidi, concimati e drenanti. I risultati migliori si ottengono piantando l’ortaggio in file e filari, affinché ogni singolo esemplare possa crescere rigoglioso approfittando di una quantità sufficiente di sostanza nutritive dal terreno. Fatta eccezione per l’inverno, la raccolta può avvenire in tutte le stagioni dell’anno.

Indivia belga: i benefici per la salute

Pancia

Alla scarola belga sono associati diversi benefici per la salute, alcuni noti sin da tempi antichissimi. Non a caso, l’alimento è da secoli presente all’interno della medicina tradizionale cinese, come rimedio naturale depurante, rinvigorente e di contrasto alle tossine del corpo.

D’altronde, il suo apporto nutritivo è davvero interessante. 100 grammi di indivia garantiscono soltanto 15 calorie, si tratta quindi di una proposta perfetta anche per le diete dimagranti. Di quel peso, circa il 70% è composto da carboidrati, il 15% da lipidi e il 15% da proteine. Ottimo è anche il contributo in fibre, ma soprattutto il contenuto in vitamine e sali minerali. Si tratta infatti di un’insalata ricca di ferro, calcio e fosforo, a cui si aggiungono le vitamine dei gruppi A, B e C. Proprio sul fronte del gruppo B, l’indivia di Bruxelles è una fonte irrinunciabile di acido folico, più noto come vitamina B9.

Questa insalata offre benefici soprattutto a livello intestinale. Grazie ai suoi 1.1 grammi di fibre per 100 grammi di alimento, infatti, aiuta a regolare il transito, combattendo sia in fenomeni di stitichezza che quelli di diarrea. È inoltre ottima per ripristinare la flora batterica del colon, il cui equilibrio determina anche un incremento del sistema immunitario più in generale.

Sono quindi note proprietà diuretiche e depurative, soprattutto a livello di milza e reni, mentre il buon contenuto in calcio rinforza le ossa, migliora la performance muscolare e la circolazione.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Spreco di cibo: i numeri in Italia (video)