Greenstyle Sostenibilità Consumi Giornata mondiale di azione per il clima: 19 marzo, si riparte

Giornata mondiale di azione per il clima: 19 marzo, si riparte

Giornata mondiale di azione per il clima: 19 marzo, si riparte

Fonte immagine: Unpslash

In concomitanza con la festa del papà il 19 marzo in Italia riparte il Fridays For Future, attraverso una serie di iniziative digitali e virtuali, ma anche con manifestazioni fisiche in piazza contro i cambiamenti del clima.

Dopo un lungo stop forzato causato dalla pandemia da Covid-19, ancora in corso, gli attivisti hanno deciso di proseguire con la loro proteste contro i cambiamenti climatici. Una battaglia che trova sempre più giovani sostenitori pronti ad agire contro il riscaldamento globale, richiedendo a gran voce una serie di interventi governativi utili per il benessere del Pianeta.

Il Fridays For Future è una battaglia che ha preso vita nel 2018 grazie a Greta Thunberg, prima a scioperare in favore di risoluzioni utili per il benessere degli ecosistemi sparsi lungo tutto il Pianeta. La presenza del Covid-19 è l’ennesima riconferma di come le azioni umane possano impattare negativamente sul benessere e sulla sopravvivenza dell’umanità.

Nonostante sia ancora in corso una pandemia che ha rimodulato le regole della convivenza sociale, i giovani attivisti non vogliono fermarsi, ma agire a difesa del clima per il benessere di tutti.

Giornata mondiale di azione per il clima, le iniziative

Fridays For Future (1)
Fonte: Unsplash Fridays For Future (1)

Sono tante le iniziative in previsione per la giornata del 19 marzo, non solo eventi in piazza nel rispetto delle norme anti-Covid ma anche incontri online a partire dalle 11.15 su YouTube. Un appuntamento imperdibile che vedrà la presenza di Roberto Mercadini, noto attore teatrale, scrittore e YouTuber, in coppia con Vincenzo Balzani, chimico e divulgatore di fama mondiale.

Mentre alle 18.30 avverrà una videochiamata su Zoom con tanto di social bombing e tweetstorm per catalizzare l’attenzione sui temi del riscaldamento globale e sulla tutela della biodiversità.

Un passaparola virtuale e rapido grazie all’impiego dei social network, con l’obiettivo primario che i fondi della Next generation Eu vengano utilizzati per eliminare le emissioni di gas serra. Il movimento Fridays For Future chiede un’azione concretata che vada oltre le promesse dei politici contro i cambiamenti climatici, fino a oggi mai concretizzate:

Fridays For Future ovunque nel mondo torna a protestare perché i politici e le grandi aziende inquinanti fissano obiettivi di riduzione delle emissioni da raggiungere tra 20 o 30 anni e promettono che, in un lontano futuro, faranno qualcosa per contrastare la crisi climatica.

Queste promesse vuote non servono però a nulla perché non si può scendere a patti con le leggi della fisica. Abbiamo bisogno di azioni immediate e concrete. I fondi del Next Generation Eu devono essere subito investiti in politiche per azzerare le emissioni di gas serra.

Fonte: LifeGate

Seguici anche sui canali social