Greenstyle Ambiente Animali Gatto Maine Coon: prezzo, carattere e storia

Gatto Maine Coon: prezzo, carattere e storia

Gatto Maine Coon: prezzo, carattere e storia

Fonte immagine: Pixabay

Il Maine Coon è un gatto da annoverare tra le razze feline più grandi e note ed è anche abbastanza diffusa qui da noi in Italia: non è difficile trovare allevatori o privati con cucciolate a disposizione. Ma sei sicuro di sapere proprio tutto sul Maine Coon? Ecco dunque aspetto, carattere, colore del mantello e prezzo del “procione del Maine”… Questa è la traduzione letterale del suo nome.

Storia e origini

Gatto Maine Coon cucciolo
Fonte: Pixabay

Il Maine Coon è una razza di gatto naturale: è una fra le più antiche del Nord America. Proprio il nome deriva dal Maine, lo stato dove venne avvistato più frequentemente da “raccoon”, il nome inglese dell’orsetto lavatore o procione (la loro coda si assomiglia molto).

Per via del suo aspetto, in passato si pensava che fosse il frutto di un incrocio fra una lince e un orsetto lavatore (il che ricorda un po’ il Norvegese: si pensava che fosse il frutto di un incrocio fra la lince e un gatto). Una leggenda ancora più affascinante sostiene che il Maine Coon sia nato da sei gatti d’Angora messi in salvo dalla regina Maria Antonietta durante la Rivoluzione Francese.

Comunque sia, è più probabile che il Maine Coon sia semplicemente il frutto di incroci fra gatti a pelo corto e gatti a pelo lungo originari dell’America visto che qui non era presente il Felis silvestris. Anzi: potrebbe avere progenitori in comune col Norvegese delle Foreste. Un’altra teoria ipotizza, invece, che sia arrivato in America sulle navi, portato dai marinai che lo usavano per la caccia ai topi.

Andando a vedere le prime segnalazioni ufficiali di Maine Coon, bisogna attendere il 1861. In Italia, invece, il Maine Coon è arrivato solamente nel 1986, anche se da allora si è diffuso parecchio qui da noi.

Maine Coon: aspetto e colore del mantello

Gatto Maine Coon bianco
Fonte: Pixabay

Il Maine Coon è una razza naturale originaria degli Stati Uniti. È un gatto di taglia grande, con pelo semilungo. Come dimensioni, il peso varia dai 5 ai 10 kg, anche se sono segnalati esemplari più grossi, soprattutto maschi.

Il corpo è grande, muscoloso e dall’ossatura robusta, con petto largo e collo forte. La testa ha zigomi alti e mento robusto. Le orecchie sono grandi e larghe alla base, portate alte sul cranio e appuntite. Hanno ciuffetti che escono da esse e sulla punta, come le linci. Gli occhi sono grandi, ovali e un po’ obliqui. Come colori possono essere verdi, giallo-verdi, bronzo o anche impari. Raramente sono blu.

Le zampe sono grandi e rotonde, con ciuffi di pelo. La coda è lunga e folta. Il mantello è lungo, folto e idrorepellente. Forma una gorgiera voluminosa, mentre sulla parte posteriore del collo è più corto. Come colori del mantello sono accettate tutte le varietà naturali:

  • nero
  • blu
  • rosso
  • crema

Tutti questi colori possono essere con macchie bianche, tigrati o anche con sottopelo argentato. Comunque sia il mantello che si vede di più è quello tigrato nero (anche striato), con macchie bianche. Molto ricercato è il Maine Coon nero e il Maine Coon rosso. Sono vietati colori che indicano ibridazione:

  • chocolate
  • cinnamon
  • lilac
  • fawn
  • colorpoint

Spesso confuso con il Norvegese delle Foreste, ecco che lo si distingue da diversi fattori:

  • il Maine Coon ha una canna nasale curva, mentre il Norvegese ce l’ha dritta
  • la testa del Maine Coon è squadrata, quella del Norvegese triangolare
  • gli arti posteriori del Maine Coon sono più lunghi di quelli anteriori

Standard di razza del Maine Coon: difetti

Sono considerati difetti dello standard di razza:

  • colori chocolate, cinnamon, lilac, fawn e colorpoint
  • pelo di lunghezza omogenea
  • taglia piccola
  • orecchie piccole
  • profilo dritto
  • muso rotondo o appuntito

Come prendersi cura del mantello?

Essendo un gatto a pelo semilungo, è necessario qualche spazzolata in più nel Maine Coon. Questo serve anche per evitare che ingerisca troppi peli morti, visto che fa una muta abbondante. Orecchie e occhi vanno puliti se necessario con prodotti specifici. Vista la mole da adulti, meglio abituare il Maine Coon sin da cucciolo a tutte queste manovre, incluso il taglio unghie (anche perché riuscire a convincere un gatto di 10 kg adulto che non si è mai fatto pulire le orecchie a farlo una volta cresciuto, può essere un po’ complicato).

Carattere del Maine Coon

Gattini Maine Coon rossi
Fonte: Pixabay

Il carattere del Maine Coon lo rende perfettamente adatto alla coabitazione con l’uomo. È un gatto attivo e curioso, ama giocare ed è molto intelligente. Per questo motivo è anche addestrabile: puoi tranquillamente insegnargli il gioco del riporto. Estremamente abitudinario, si adatta bene a vivere in famiglie con bambini e anche con anziani. L’unico neo, in questo caso, è il peso, magari non facilmente gestibile per gli anziani più fragili.

È allegro, socievole e affettuoso. Ama stare in compagnia e non miagola in maniera eccessiva. Può vivere tranquillamente in casa, a patto di arricchire l’ambiente in modo che possa correre e muoversi, altrimenti si annoia. Se socializzati bene fin da cuccioli, possono anche convivere con i cani. Attenzione, invece, alla convivenza con pesci, criceti o uccellini: ha un elevato istinto per la caccia.

Alimentazione, salute e malattie

Parlando di salute, al di là delle classiche malattie che tutti i gatti possono contrarre, ecco che nel Maine Coon bisogna fare particolare attenzione a:

  • cardiomiopatia ipertrofica ereditaria
  • atrofia muscolare spinale
  • deficienza di piruvato chinasi
  • displasia dell’anca
  • malattia policistica (colpiti soprattutto reni e fegato)

Come alimentazione, il Maine Coon richiede una dieta equilibrata: essendo un carnivoro stretto come tutti i gatti, necessita di proteine di origine animale di alto valore biologico accompagnate dalla giusta razione di grassi, carboidrati, fibre, vitamine e acidi grassi. Vista la mole, è un gatto che richiede una buona quantità di cibo giornaliera.

Quanto costa un cucciolo di Maine Coon?

Gatti Maine Coon
Fonte: Pixabay

Se ti stai chiedendo quanto costa un cucciolo di Maine Coon, ebbene, il prezzo varia dai 500 ai 1.100 euro in media. Tuttavia potresti trovare cuccioli o adulti venduti anche a prezzo più alto. Il costo, infatti, è influenzato anche dalla linea di sangue, dalla genealogia, dalla rarità o meno di quel colore di mantello e anche dal fatto di prendere un gatto da esposizione o un riproduttore.

Dove trovare un Maine Coon?

Facendo una rapida ricerca in rete, è possibile trovare allevamenti di Maine Coon con cuccioli e adulti in vendita. È anche possibile trovare privati che hanno la coppia e fanno cucciolate. L’importante è sempre richiedere il Pedigree: è l’unico modo per assicurarvi che il gatto appartenga a questa determinata razza e che non sia un semplice meticcio europeo in cui una fortuita combinazioni di geni ha dato una stazza più imponente e un mantello un po’ più lungo della media.

Il Maine Coon è una razza adatta a tutti?

Al di là del costo di acquisto iniziale, il gatto Maine Coon, essendo un micio di taglia grande, richiederà un investimento maggiore per quanto riguarda il cibo e gli accessori. Come carattere, è un gatto facilmente adattabile: può vivere sia in appartamento che in giardino (anche se visto il suo aspetto particolare, sconsigliamo caldamente di lasciarlo uscire senza supervisione). In casa, però, bisogna fornirgli giochi e mensole su cui arrampicarsi. Vista la mole imponente, persone fragili o che faticano a sollevare pesi, forse dovrebbero scegliere una razza di gatto più minuta.

Seguici anche sui canali social