Greenstyle Ambiente Animali Gatto che miagola: 5 motivi

Gatto che miagola: 5 motivi

Gatto che miagola: 5 motivi

Un gatto che miagola? È normale, fa parte delle forme di comunicazione verbale dei felini. Però ci sono miagolii e miagolii: a volte miagola perché felice di vederci, a volte come richiesta di attenzioni. Molto spesso anche perché gli abbiamo accidentalmente insegnato che quando lo fa, il frigo si apre magicamente e la ciotola si riempie.

Ma altre volte il miagolio potrebbe essere indice che qualcosa non va. Ma quali sono i motivi che spingono il gatto a miagolare? E come farlo smettere?

Perché e cosa vuol dire quando il gatto miagola?

Il miagolio fa parte del comportamento normale dei mici. In realtà i gatti miagolano e vocalizzano maggiormente con le persone che non fra di loro. Se ci fai caso, nei gruppi di gatti outdoor raramente li senti miagolare fra di loro con la medesima intensità che riservano a noi. E questo perché, probabilmente, col passare del tempo hanno imparato che per comunicare con gli umani è necessario vocalizzare di più.

Ci sarebbe poi anche da distinguere fra miagolio vero e proprio e tutta una serie di altri versi che il gatto fa, dalle fusa ai brontolii e borbottii di quando va caccia, dai ringhi fino ad arrivare a delle specie di urla quando due gatti litigano fra di loro. Tramite il miagolio, infatti, il gatto può manifestare diverse emozioni. Per esempio, miagolii brevi indicano un saluto semplice.

Un miagolio più lungo vuol dire che il gatto vuole qualcosa da noi, come mangiare. Se il miagolio si prolunga, ecco che la richiesta di cibo, coccole e attenzione è più pressante, tradotto vuol dire “Umano, muoviti a coccolarmi/nutrirmi”.

Dei miagolii dal tono più acuto possono indicare sorpresa, mentre il tono del miagolio si abbassa quando il micio si lamenta, piange o anche quando non abbiamo ancora soddisfatto le sue richieste.

Gatto che miagola: principali motivi

Gattino miagola

Ci sono diversi motivi per cui il gatto miagola. Come proprietari, è importante imparare a distinguere i diversi tipi di miagolio, discriminando soprattutto fra miagolii di pura e semplice cortesia e miagolii che indicano, invece, un malessere o una possibile patologia in corso.

Gatto che miagola di notte: è normale

Il gatto che miagola di notte è un qualcosa che tutti i proprietari di gatti hanno affrontato prima o poi durante la loro convivenza con un felino. Si tratta di un comportamento del tutto normale e fisiologico visto che i gatti sono animali crepuscolari e notturni. Il che vuol dire che, tendenzialmente, sono più attivi di sera e di notte.

Col passare del tempo si abituano ai nostri ritmi, ma ci sono gatti che semplicemente la notte miagolano per svegliarci e trascorrere del tempo con noi.

Gatto che miagola in calore: è normale

Anche il gatto che miagola in calore è normale. Quando maschi e femmine sono “in calore”, ecco che emettono dei miagolii diversi. Il maschio assume un tono baritonale e profondo, mentre la femmina lancia dei continui e civettuoli miagolii.

Gatto che miagola sempre al padrone: è normale

È anche normale se il gatto miagola sempre al padrone. In questo caso è il miagolio di un gatto felice, lieto di rivedere il suo umano, talvolta il miagolio di saluto è accompagnato anche da uno sbadiglio. A volte il gatto miagola perché ha imparato che, così facendo, gli riempiamo la ciotola di pappa. In questo caso il miagolio è forte e sonoro: si tratta di un rinforzo positivo involontario.

C’è anche da dire che ci sono alcune razze di gatto che miagolano più di altre. È il caso del Siamese, una razza che tende a vocalizzare parecchio, anche semplicemente per chiacchierare col suo umano, senza che questo sia per forza una richiesta di attenzioni.

Gatto che miagola forte: non sempre è normale

Se il gatto miagola forte, a volte vuol semplicemente dire che abbiamo esagerato col rinforzo positivo. Se il gatto ha imparato che quando miagola ottiene qualcosa, la ciotola piena, la porta aperta, la coccola, ecco che quando proviamo a ignorarlo potrebbe miagolare più forte.

Ci sono poi gatti sordi, spesso sono gatti bianchi con gli occhi azzurri, che miagolano forte perché non si sentono.

Se però il tuo gatto non ha mai miagolato forte e di punto in bianco noti una variazione dell’intensità del miagolio, riferiscilo al tuo veterinario: potrebbe essere la spia di una malattia in fase iniziale.

Gatto che miagola dopo aver fatto i bisogni: non sempre è normale

Non è normale che il gatto miagoli dopo aver fatto i bisogni. O meglio: ci sono gatti che lo fanno perché sono molto schizzinosi e vogliono che la lettiera venga subito pulita. Tuttavia questo è valido solamente se sono state escluse altre possibili cause.

Il miagolio di un gatto dopo la minzione indica bruciore durante l’atto a causa di una forma di cistite (idiopatica, da stress, da calcoli…). In questo caso non tergiversare: contatta subito il tuo veterinario che, tramite una visita e un’esame delle urine, stabilirà se il gatto possa avere una malattia delle basse vie urinarie.

Allo stesso modo se il gatto miagola mentre afferra il cibo dalla ciotola, potrebbe indicare dolore dovuto a una stomatite. Stesso dicasi per il gatto che miagola quando cerca di defecare: gatti con stipsi, alterata motilità o anche con diarrea potrebbero miagolare per manifestare dolore e fastidio.

Gatto che miagola: ignorarlo va bene?

Gatto che miagola

Ma cosa fare se il gatto miagola? Dipende: se lo fa perché è felice di vederci, nulla. Lo stesso se gli abbiamo insegnato noi involontariamente a miagolare per ottenere qualcosa: difficile insegnargli a non farlo più.

Per il gatto che miagola di notte perché vuole compagnia, l’unica è ignorarlo del tutto. Questo anche quando, dopo aver miagolato e non aver ottenuto risposta, ci salirà in testa o comincerà a mordicchiarci i capelli o i piedi. Se gli diamo anche un solo segnale, ecco che avrà ottenuto quello che vuole e la notte dopo tornerà a miagolare più forte che mai.

Se però il gatto miagola solo in circostanze particolari o manifesta segni di cistite, dolore in bocca o di malessere, meglio contattare subito il veterinario. Questo soprattutto se l’intensità del miagolio è cambiata, assomigliando di più a un lamento: è importante capire quando il gatto miagola e quando il gatto piange.

Seguici anche sui canali social