• GreenStyle
  • Pets
  • Gatti: perché le feci sono così maleodoranti? Lo spiega la scienza

Gatti: perché le feci sono così maleodoranti? Lo spiega la scienza

Gatti: perché le feci sono così maleodoranti? Lo spiega la scienza

La scienza spiega perché le feci e l'urina di gatto risultano così maleodoranti: colpa di un composto organico, presente anche nel vino bianco.

Gli amanti dei felini ne sono certamente consapevoli: le feci dell’animale, e gli altri rifiuti fisiologici dello stesso, presentano un odore particolarmente sgradevole. Più di quanto potrebbe essere considerato normale e giustificabile dall’olfatto umano, seppur limitato nel tempo data l’abitudine dell’animale a sotterrare i suoi elementi di scarto. Per quale ragione, tuttavia, l’olezzo risulta così marcato? A rispondere a questa domanda ci ha pensato la Iwate University, con uno studio guidato dal docente Masao Miyazaki.

Il team ha analizzato a fondo le componenti biochimiche delle feci e dell’urina del gatto, ricostruendone la composizione e identificando i responsabili degli odori più sgraditi. Per quanto riguarda i liquidi, il gruppo ha rilevato un particolare composto organico, singolarmente presente anche nel vino bianco. Tale composto chimico, presenti in elevatissime quantità nelle urine, sarebbe il responsabile del cattivo odore, soprattutto negli esemplari maschi: secondo i ricercatori, tale peculiarità servirebbe agli esemplari per marcare il loro territorio, soprattutto nel periodo degli accoppiamenti.

Il composto è stato rinvenuto anche nelle feci, tramite un complesso processo di identificazione. Gli scienziati hanno infatti isolato ed eliminato tutti i componenti, quali acidi grassi e altre sostanze, presenti anche nei rifiuti fisiologici di altri animali, i quali non determinano però uguale olezzo. Sono quindi riusciti a scovare un elemento chimico, presente in vini quali il Sauvignon bianco, che potrebbe derivare della decomposizione dei cibi.

Non è però tutto, poiché i ricercatori hanno anche trovato una facile soluzione per limitare la propagazione di questo odore: l’acqua arricchita con ioni di metallo, tra cui il rame, bloccherebbe il processo di volatilizzazione del composto, evitando quindi che l’odore si diffonda nell’ambiente. Per la maggior parte dei proprietari di felini, tuttavia, una buona lettiera igienizzante e ad alto potere assorbente potrebbe risolvere facilmente ogni problematica sgradita.

Seguici anche sui canali social