Greenstyle Sostenibilità Consumi Etichette energetiche elettrodomestici: novità dal 1 marzo

Etichette energetiche elettrodomestici: novità dal 1 marzo

Etichette energetiche elettrodomestici: novità dal 1 marzo

Il 1 marzo 2021 arriverà una nuova rivoluzione per quanto riguarda le etichette energetiche degli elettrodomestici. A breve nei negozi cominceranno a comparire classificazioni differenti rispetto a quelle attuali.

Il cambio di etichettatura non stravolgerà completamente quelle che sono le attuali certezze, ma potrà senz’altro portare un po’ di confusione. Pensiero avvalorato anche da un’indagine condotta da mUp Research e Norstat e commissionata dal portale Facile.it. Secondo i dati presentati il 69,4% degli italiani non conosce la nuova etichetta e cosa cambierà rispetto alle attuali indicazioni.

Etichette energetiche elettrodomestici: cosa cambierà dal 1 marzo 2021

Partiamo da una certezza, le nuove etichette energetiche resteranno un sistema con riferimenti alfabetici. Si partirà da una classe a peggior efficienza energetica, associato alla lettera G, procedendo verso la classe più efficiente, la A.

A cambiare sarà la distribuzione delle classi e il loro numero. Una volta raggiunta la A non ci saranno ulteriori scatti: spariranno quindi tutti i vari + che seguivano la prima lettera dell’alfabeto italiano. Più stringenti le regole per l’assegnazione delle classi, tanto che un elettrodomestico che finora era collocato ad esempio in classe A+ potrebbe ritrovarsi persino in B o in C.

Tale novità potrebbe come detto scatenare un po’ di confusione tra i consumatori. A questo proposito è stato stabilito che dal 1 marzo al 30 novembre 2021 le nuove etichette energetiche per gli elettrodomestici si affianchino alle vecchie, così da offrire la possibilità di un confronto diretto tra i due sistemi. Solo a partire dal 1 dicembre 2021 gli apparecchi mostreranno unicamente le nuove segnalazioni.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social