• GreenStyle
  • Energia
  • Efficienza energetica, elemento chiave per il futuro dell’ambiente

Efficienza energetica, elemento chiave per il futuro dell’ambiente

Efficienza energetica, elemento chiave per il futuro dell’ambiente

Efficienza energetica e innovazione rappresentano due elementi chiave del PNIEC italiano, diverse le soluzioni offerte da Acea Innovation.

Efficienza energetica e attenzione per l’ambiente sono due facce della stessa moneta. Anzi, una giusta attenzione verso il risparmio di energia e di materie prime può rivelarsi un elemento essenziale per la difesa del Pianeta. Un ruolo chiave lo giocano le attività di ricerca e sviluppo, che permettono di spostare sempre più in alto l’asticella degli obiettivi per il clima.

Ne è cosciente Acea Innovation, che proprio della costante ricerca di nuove soluzioni ha fatto il proprio elemento distintivo. La Società del Gruppo Acea collabora in parallelo con Acea Energia, Società specializzata nella vendita di energia e gas, per spingere in avanti i traguardi legati all’efficienza energetica. Tema più che mai rilevante, anche in considerazione del lancio del PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima) e di iniziative come il Superbonus al 110% o il Green Deal.

Efficienza energetica, perché è importante

Quando si parla di efficienza energetica sarebbe riduttivo limitare il discorso alla sfera economica. Se da un lato è innegabile il risparmio in termini monetari per gli utenti finali, che consumando meno energia riducono anche il peso delle proprie bollette, dall’altro emerge con sempre maggiore chiarezza l’impatto positivo nella lotta ai cambiamenti climatici.

Risparmiare energia, utilizzare le fonti rinnovabili per alimentare le forniture, impianti di climatizzazione a ridotto prelievo energetico, efficientare l’utilizzo del gas installando caldaie di ultima generazione. Ciò vuol dire meno emissioni di CO2 e minori costi per l’ambiente legati ad esempio all’emissione di polveri sottili. Quasi immediato l’abbinamento con il Superbonus 110%, che permetterà a molti proprietari di immobili di migliorarne le prestazioni energetiche.

Immobili prestazione energetica

Capitolo Superbonus 110%

In questi giorni si moltiplicano le richieste di chiarimento rivolte all’Agenzia delle Entrate, in merito proprio all’accesso al Superbonus 110%. Ne abbiamo parlato alcuni giorni fa in un’intervista a Federico Testa, Head of Innovation Strategy, Operation & Sales di Acea Innovation, che ha sottolineato la praticità di ricorrere a un unico referente. Soprattutto per quanto riguarda i condomini:

Il vantaggio di avere un unico partner industriale come Acea Innovation è proprio quello di avere un unico riferimento per tutto. Siamo noi che contrattualizziamo direttamente il condominio e che ci occupiamo poi di gestire tutta la parte tecnica di studio preliminare sui requisiti del complesso immobiliare, per individuare gli interventi necessari al raggiungimento di una classe energetica efficiente, sia la fase di gestione amministrativa che l’esecuzione stessa dei lavori. Fino a tutte quelle che sono le pratiche che devono essere effettuate verso l’ENEA dal punto di vista tecnico, per certificare appunto il risparmio energetico, che verso l’Agenzia delle Entrate per la cessione del credito.

Quindi il condominio deve fare pochissimo. Stesso discorso vale per l’utente privato. È sufficiente firmare il contratto con Acea Innovation per avere accesso a un pacchetto che porterà il condominio all’efficientamento a costo zero. Così il cliente sarà sgravato del costo degli interventi, ma anche di tutte le complesse attività legate alla realizzazione ovvero la gestione dell’iter autorizzativo presso gli enti preposti, la selezione delle ditte, la direzione dei lavori e la gestione amministrativa e fiscale. Tutte attività di cui si occuperà Acea Innovation per suo conto.

Ciò avviene grazie alla creazione, da parte di Acea Innovation, di un solido network di professionisti e grandi aziende specializzate nel guidare i progetti tra le curve delle normative statali. Un’innovazione che rende meno proibitivo l’affacciarsi a tale sistema incentivante e ottiene il duplice risultato di incrementare la fiducia dei proprietari e innalzare la percentuale di edifici italiani ad alta efficienza.

Efficienza energetica e mobilità elettrica

I trasporti sono un tasto spesso dolente in Italia. Polveri sottili e inquinamento atmosferico sono questioni “calde” in alcune grandi città italiane come Milano, Torino e Roma. Tanto che la stessa Unione Europea ha deciso di avviare una nuova procedura d’infrazione per l’Italia.

Puntare sulla mobilità elettrica è senz’altro una prorità in quest’ottica. Necessario però spingere sull’acceleratore per quanto riguarda la diffusione dei punti di ricarica, ma anche ottimizzarne la localizzazione affinché ciascuna colonnina possa rendere al massimo.

In questa direzione si è spinta Acea Innovation. Attraverso un sistema dotato di intelligenza artificiale ha individuato i migliori punti per collocare nel prossimo quadriennio 2200 nuove colonnine di ricarica su tutto il territorio nazionale, ma con una maggiore concentrazione sulla città di Roma. Come ha sottolineato Federico Testa durante la nostra intervista:

Sono diversi i vantaggi di una definizione precisa. Lo spazio in una città come Roma è vitale e i posti sono scarsi. Collocare le colonnine in punti dove c’è la maggiore efficienza di ricarica e la maggiore necessità di effettuare una ricarica del veicolo ci permette di sfruttare al meglio il suolo pubblico. Attraverso questi dati siamo riusciti a simulare il comportamento di un veicolo elettrico all’interno della città di Roma, a capire dove sosta un singolo veicolo e quanto sarebbe stata in ogni esatto momento la carica residua.

Siamo riusciti così a determinare l’allocazione ideale per le colonnine di ricarica sia sul suolo pubblico che sul suolo privato ad uso pubblico. Nella maggior parte dei casi le soste avvengono nei centri commerciali. Il mix migliore per massimizzare l’efficienza è risultato l’installazione su strada associata a parcheggi privati con accesso pubblico.

Smart Comp, per l’efficienza della raccolta organica

Quando si parla di efficienza l’innovazione non si ferma mai e avanza a ritmo serrato. Non soltanto nel campo dell’energia, ma anche per quanto riguarda il tema critico della gestione dei rifiuti. Acea Innovation offre un servizio altamente performante. Si tratta di Smart Comp, un impianto che permette il riciclo a km 0 dei rifiuti organici e che ogni 30-40 giorni genera compost di alta qualità, pronto per essere utilizzato come fertilizzante per le aree verdi del perimetro su cui è istallato.

Si parte dalla frazione organica dei rifiuti, che una volta introdotti nell’innovativo macchinario verranno ridotti di volume (-80%) e ne usciranno non più materiale di scarto, ma risorsa. Elemento essenziale di Smart Comp è l’AI, un’intelligenza artificiale capace di gestire da remoto in maniera ottimale l’intero processo di trasformazione (monitorato costantemente dalle centrali di controllo di Acea Innovation).

In collaborazione con Acea Energia

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle