Greenstyle Alimentazione Dieta Mediterranea: il menu per gennaio

Dieta Mediterranea: il menu per gennaio

Dieta Mediterranea: il menu per gennaio

Fonte immagine: Unsplash

Cambio di anno e di mese, gennaio è giunto a bussare alla porta per strapparci dal torpore delle feste e per riprendere con la routine consueta. Un percorso non certo facile vista la pandemia in atto, ma che può contare sulla presenza di prodotti salutari e di stagione. La Dieta Mediterranea accorre ancora una volta in aiuto proponendo tutto ciò che di buono può arricchire il paniere della spesa, depurando l’organismo dalle tossine accumulate con gli eccessi alimentari.

Un’offerta utile ed equilibrata per disintossicare il corpo in modo naturale, senza sottostare a regimi alimentari stressanti o a diete fai da te. La presenza di frutta e verdura di stagione è fondamentale per il benessere dell’organismo perché i prodotti coltivati e cresciuti naturalmente offrono al meglio tutte le proprietà nutritive presenti.

Oltre a garantire un pieno di profumi e sapori, una scelta rispettosa verso l’ambiente in particolare se l’acquisto è rivolto a produzioni locali e a chilometro zero, seguendo la stagionalità e favorendo l’economia di zona con un impatto inferiore sul portafoglio.

Dieta Mediterranea: il menu per gennaio

Dieta Mediterranea: la verdura

(Torna al menu)

Spinaci
Fonte: Unsplash

Verdure in abbondanza per gli acquisti di gennaio, tante le riconferme succose di stagione nonostante il periodo invernale in apparenza poco generoso di doni. Nulla di più sbagliato perché il mese ripropone alcune delle protagoniste di stagione, fondamentali per rinvigorire il sistema immunitario rinforzandolo a dovere.

Grazie alla presenza di verdure perfette per prevenire malattie e contrastare i tanto temuti radicali liberi. Tra queste le crucifere, già protagoniste dei mesi precedenti: ecco i broccoli, il cavolfiore, il cavolo nero, le verze, i cavolini di Bruxelles e tutte le varie tipologie di cavoli in coppia con porri, indivia, cicoria, rapa rossa, carote, cime di rapa, le ultime zucche, radicchio, finocchio, carciofo e cardo, spinaci e topinambur.

Nutrimento, ricarica energetica e vitaminica, scorte di sali minerali, una combinazione di prodotti perfetti per contrastare i malanni di stagione. Principalmente per depurare l’intestino e il fegato terribilmente affaticati dagli stravizi e dai piatti elaborati proposti durante le festività. Puntando su tisane, decotti e anche zuppe e insalate defaticanti, ma non prive di gusto come ad esempio una vellutata ai carciofi con broccoli.

Basta pulire i primi eliminando le parti più dure tagliandoli a pezzetti e versandoli in una pentola bassa, ma capiente con i broccoli tagliati a tocchetti. Aggiungendo due patate pulite e tagliate a pezzetti, un gambo di sedano affettato sottilmente, si allunga con acqua insaporendo con un cucchiaino di finocchio, una punta di curcuma e qualche fettina di zenzero fresco. Lasciando cuocere per circa 40 minuti e insaporendo con una presa di sale.

Quando sarà pronta si potrà frullare adeguatamente per ottenere una crema morbida eliminando le parti filamentose dei carciofi, servendo con crostini croccanti, una spolverata di pepe e un filo d’olio.

Frutta e proteine

(Torna al menu)

Gennaio
Fonte: Unsplash

Conferme energizzanti nella Dieta Mediterranea anche per la frutta, che riporta in tavola i protagonisti delle feste, ovvero agrumi quali arancia, mandarancio, mandarino, pompelmo, limone, e cedro. Spazio anche per kiwi, mele, pere, melograno e cachi, perfetti per creare bevande energizzanti ottime per riprendere con slancio con la routine quotidiana.

Ad esempio uno smoothie leggero con pompelmo, limone e arancia oppure un estratto di barbabietola e limone, senza dimenticare un evegreen di sempre ovvero mela, arancia, carota, spinaci e zenzero. Mix deliziosi, saporiti, ma perfetti principalmente per depurare ed eliminare le infiammazioni.

Gennaio è ricco anche di proteine leggere come il pesce pescato in questo periodo e che ben si colloca all’interno della Dieta Mediterranea, come ad esempio nasello, spigola e triglia da cuocere in umido con le verdure.

Senza dimenticare i calamari seguiti dalla ricciola, dalla cernia e dalla sogliola, facili da preparare in padella o al forno con l’aggiunta di poche spezie e un goccio di succo di limone per una cottura leggera e ricca di gusto.

Seguici anche sui canali social