Greenstyle Sostenibilità Consumi Cosa piantare nell’orto a gennaio: elenco completo

Cosa piantare nell’orto a gennaio: elenco completo

Cosa piantare nell’orto a gennaio: elenco completo

Fonte immagine: Pixabay

Il mese di gennaio non è certamente tra i più produttivi per l’orto, tuttavia con alcune accortezze è possibile dedicarsi a una rosa di colture con successo. Nelle zone particolarmente fredde, ad esempio, il primo mese dell’anno si caratterizza non tanto per l’attività di semina quanto per il riposo, sebbene anche in assenza di coltivazioni le iniziative da portare avanti non mancano. Preparando l’orto per la primavera successiva, infatti, è utile occuparsi degli attrezzi e del terreno, che può essere reso più fertile proprio durante i mesi più freddi. In generale, prima di iniziare nuove colture si dovrebbero eliminare dal terreno tutti i residui delle piante coltivate in precedenza.

Preparazione dell’orto

A causa delle basse temperature e delle possibili gelate, non tutti gli ortaggi e le verdure possono essere piantati a pieno campo. Per tutelare le colture è preferibile optare per la sistemazione all’interno di piccole serre o di semenzai, vale a dire ambienti protetti che permettono lo sviluppo delle piante beneficiando solo della luce solare. Il semenzaio, in particolare, è uno spazio creato ad hoc che permette di favorire la crescita delle piantine in modo ottimale in attesa di spostarle direttamente nell’orto all’inizio della primavera. È possibile tenere sotto controllo sia la temperatura sia l’umidità, facendo in modo che i semi possano germogliare senza difficoltà al riparo dal freddo e dalle intemperie. Per ottenere questo obiettivo è importante collocare il semenzaio in una zona dell’orto esposta al sole e riparata dal vento e dalla pioggia.

Se si vive in un luogo dove il clima è particolarmente rigido, inoltre, è possibile creare all’interno del semenzaio una zona più calda ottenuta semplicemente usando un concime non maturo, in grado di generare calore. Può essere sufficiente anche creare appositi tunnel freddi che possano riparare le coltivazioni semplicemente sfruttando la luce del sole, senza tuttavia impedire la circolazione dell’aria. In alcuni casi, inoltre, è possibile procedere con la semina in pieno campo semplicemente proteggendo gli ortaggi e le verdure con tessuti appositi (TNT). Un caso a parte è rappresentato dai legumi, come fave e piselli, che possono essere piantati nell’orto direttamente sul terreno senza ricorrere a particolari protezioni. Qui di seguito l’elenco completo delle coltivazioni previste per il mese di gennaio, tenendo conto della diversa tecnica di semina.

Cosa seminare in gennaio

Gennaio è il mese giusto per seminare a pieno campo le seguenti coltivazioni:

  • aglio bianco;
  • cipolla;
  • carciofi;
  • fave;
  • piselli;
  • scalogno.

All’interno del semenzaio o del tunnel freddo, invece, è opportuno seminare:

  • basilico;
  • carote;
  • cavolfiore;
  • cavolo cappuccio;
  • cetrioli;
  • cicoria;
  • crescione;
  • erba cipollina:
  • finocchi;
  • lattuga;
  • melanzane;
  • peperoni sia dolci sia piccanti;
  • pomodori;
  • porri;
  • prezzemolo;
  • ravanelli;
  • radicchio;
  • rucola;
  • sedano;
  • spinaci;
  • valeriana;
  • zucchine.

Per quanto riguarda gli alberi da frutto, in generale la messa a dimora di queste piante viene eseguita durante la stagione autunnale, prima che le temperature scendano eccessivamente per non rischiare danni causati dal gelo. La fascia climatica di appartenenza di una specifica zona, tuttavia, incide molto sulla scelta.

Seguici anche sui canali social