Greenstyle Ambiente Animali Cosa mangiano le lucertole

Cosa mangiano le lucertole

Lo sapevi che la maggior parte delle lucertole sono insettivore o carnivore? Tuttavia esistono anche le lucertole onnivore, cioè quelle che mangiano di tutto e le lucertole erbivore, come le iguane per esempio. Anche i comportamenti di caccia variano molto a seconda della specie di lucertola in questione, ma la maggior parte di loro va in cerca di cibo di giorno.

Cosa mangiano le lucertole

È lecito non essersi mai chiesti nella vita cosa mangiano le lucertole. Le vediamo sui muretti, in campagna, magari ogni tanto vediamo qualche geco sul soffitto di casa, ma mai che si pensi a quale sia l’alimentazione dei sauri.

Al massimo quello che sappiamo è che i gechi sono utili perché mangiano le zanzare e che le lucertole in generale si nutrono di insetti. Ma questo non è vero per tutte le lucertole: molte specie sono insettivore, ma altre sono carnivore, onnivore o anche erbivore come le iguane.

Cosa mangiano le lucertole? Dieta e alimentazione

Dieta lucertola

Come dicevamo, molte lucertole sono insettivore. Le lucertole verdi anolidi mangiano insetti piccoli ogni 2-3 giorni, anche piccoli grilli, scarafaggi e lombrichi, mentre non digeriscono le tarme della farina, mentre i gechi amano i grilli, chenon vanno lasciati sempre a disposizione altrimenti potrebbero aggredire il geco e le tarme della farina. Naturalmente questi insetti vanno somministrati vivi.

Iguane e uromastici, invece, sono erbivori, anche se è bene non dare lattuga o iceberg, troppo poco nutritive. Altre lucertole, invece, si nutrono di alghe marine, mentre non mancano quelle che mangiano molluschi e crostacei.

Visto che la maggior parte delle lucertole mangia insetti, le mascelle hanno denti affilati capaci di afferrare e trattenere la preda. Normalmente le lucertole presentano denti lungo il margine delle mascelle, ma alcune specie hanno denti anche sul palato.

Il drago di Komodo presenta denti seghettati e curvi, affilati quanto un bisturi, meglio non farsi mordere da questi animali, lunghi anche 3 metri e con un peso fino a 150 kg. Le arcate sono così taglienti da essere in grado di recidere la zampa di un bufalo d’acqua adulto.

Le lucertole che si nutrono di crostacei e molluschi, come la Dracaena o lucertola caimano, hanno denti arrotondati e smussati, più adatti a schiacciare il cibo. Le specie erbivore come le iguane, invece, hanno denti seghettati. Le lucertole velenose, come l’Heloderma, presentano un solco longitudinale sul bordo interno dei denti mandibolari: tramite questi solchi il veleno viene iniettato nella vittima.

Cibi velenosi e vietati alle lucertole

Evita di dare alle lucertole i seguenti cibi, per loro possono essere velenosi e tossici o ben che vada, non riescono a digerirli:

  • cibo nostro o alimenti speziati
  • alimenti per cani e gatti
  • latte e formaggi
  • dolci di qualsiasi tipo e genere
  • cioccolato, caffè, tè
  • salumi
  • pasta, pane, crackers, grissini, fette biscottate, riso

Attività di caccia delle lucertole

Cosa mangiano le lucertole

Le lucertole passano gran parte del loro tempo a procacciarsi il cibo. Quelle insettivore e carnivore stanno ore appostate aspettando la preda, tramite segnali visivi. Molte lucertole sono attive di giorno, quando la loro visione binoculare può garantirgli il massimo vantaggio.

Tuttavia i gechi, essendo notturni, sono più attivi al tramonto e all’alba, individuano la preda e la catturano con la lingua, grazie anche alla loro saliva viscosa che permette di intrappolare le prede.

Campioni di questo stile di caccia sono i camaleonti. Si muovono placidi nell’ambiente, osservando ogni minimo movimento con attenzione grazie ai loro grandi occhi capaci di muoversi indipendentemente l’uno dall’altro. Inoltre usano anche l’olfatto per percepire i segnali chimici delle prede.

Quando individuano la preda, sparano la loro lingua appiccicosa e lunghissima, intrappolandola ed evitando così la fatica di doverla inseguire.

Altre lucertole, invece, preferiscono scavare per trovare le prede. Per esempio, gli anfisbaeni e i scinchi si comportano in questo modo. Cercano la preda sondando e scavando, sfruttando il sistema chemosensoriale basato sull’organo vomeronasale. Inoltre usano anche segnali visivi. Quando la trovano, non utilizzano la lingua per catturarla, ma la afferrano fra le mascelle, dotate di denti.

Ci sono, però, alcune lucertole che sono erbivore. Le iguane, soprattutto le più grandi e l’Uromastyx, per esempio, si nutrono di vegetali. Ma attenzione: lucertole di grosse dimensioni non indicano necessariamente animali erbivori. La lucertola più grande del mondo, cioè il drago di Komodo, è carnivoro. Così come le piccole lucertole del genere Liolaemus sono in realtà erbivore.

I predatori delle lucertole

Anche se alcune lucertole mangiano insetti e piccole prede, a loro volta possono essere prede di altri animali. Per difendersi da mammiferi e uccelli predatori, ecco che le diverse specie di lucertole hanno ideato strategie diverse.

Il Sauromalus si nasconde in piccole fessure delle rocce, gonfiandosi per evitare di essere estratto da esse. Altre lucertole con coda spinosa, invece, lasciano fuori dalle fessure solo la coda affilata con cui si difendono.

La lucertola armadillo o Cordylus cataphractus mette la coda in bocca per offrire solo le spine al nemico. La lucertola arriccita o Chlamydosaurus kingii, invece, quando si sente in pericolo estende la sua gorgiera che circonda il collo e la testa in modo da intimidire gli intrusi.

Questo senza dimenticare l’autotomia, cioè la capacità di staccarsi la coda per distrarre il predatore, rimanendo nel contempo immobili e fingendosi morti fino a quando non arriva il momento giusto per scappare. La coda poi ricresce.

Cosa dar da mangiare alle lucertole in difficoltà?

Prima di pensare a cosa dar da mangiare alle lucertole in difficoltà, è bene prima sincerarsi a quale specie appartenga quella lucertola. Come abbiamo visto esistono lucertole insettivore, carnivore, erbivore e onnivore. Senza sapere di quale specie si parla, si rischia di fare danno. Non ha molto senso, infatti, ostinarsi a cercare di nutrire una lucertola insettivora con dell’insalata.

Se hai dei dubbi, prima di procedere con l’alimentazione, contatta un veterinario esperto di esotici affinché possa darti qualche dritta.

A proposito: se hai deciso di prenderti cura di una lucertola e questa è insettivora o carnivora, anche se gli insetti non ti piacciono, non potrai esimerti dal tenerli in casa per somministrarglieli. Se hai proprio la fobia degli insetti, almeno cerca di optare per una lucertola erbivora: quelle insettivore, infatti, non vivono a lungo se non nutrite correttamente con artropodi vivi.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cosa mettere per allontanare i gatti in tutta sicurezza
Animali

Purtroppo a volte la convivenza con i felini non è facile. Lo sa bene chi ha una casa in campagna o, comunque, una villetta e che trova fastidioso il fatto che il gatto vada a fargli la pipì in giardino o sulle piante. Fermo restando che se prendi una casa nel verde, devi mettere in conto questi inconvenienti, vediamo cosa mettere per allontanare i gatti dal giardino in sicurezza, senza danneggiare i mici.