Come calmare il cane durante un temporale

Come calmare il cane durante un temporale

Consigli per calmare il cane durante il temporale: ecco perché fulmini e tuoni non sono graditi da Fido e come combattere le sue grandi ansie.

Il caldo estivo procede spesso di pari passo con i temporali improvvisi, spesso graditi perché rinfrescano l’aria e abbassano la temperatura. Ma c’è qualcuno in casa che proprio non sopportare lampi e tuoni: si sta ovviamente parlando del cane, l’animale più soggetto alla paura dei grandi rumori.

>>Scopri perché il cane si rotola a terra quando spaventato

Così come succede in caso di fuochi d’artificio o spari – si pensi ai festeggiamenti di Capodanno – qualsiasi rumore intenso spaventa Fido, tanto da farlo guaire e lamentare a più riprese. Questo perché l’udito del cane è molto più raffinato di quello umano, di conseguenza certi fragori diventano del tutto insopportabili, quasi dolorosi. Come aiutare il proprio amico a quattro zampe, però, a convivere con questa evenienza? Ecco alcuni consigli elaborati dai veterinari di PetMd:

  • Angolo sicuro: si predisponga in caso un angolo confortevole per l’animale, magari adagiando dei cuscini o prevedendo una piccola cuccia o una grata, affinché il cane vi si possa recare quando impaurito. Gli ambienti stretti, e lontani dalla luce esterna, possono aiutare Fido nei momenti di ansia;
  • Distrazione: per calmare immediatamente il cane si può puntare sulla distrazione dal dolore. Durante un temporale, si approfitti dell’evento per giocare in casa con una pallina o con lo strumento preferito dell’animale. Accendere la televisione o la radio a volume moderato, inoltre, può aiutare a coprire e confondere i rumori esterni;
  • Desensibilizzazione: una tecnica che ha avuto molto successo oltreoceano è quella della desensibilizzazione, ovvero abituare gradualmente il cane ai rumori di cui ha timore. Per farlo, ci si deve procurare un CD o un file audio contenente la registrazione di un temporale e riprodurlo per giorni affinché il cane lo consideri normale. Si deve partire da un volume molto basso per procedere, nell’arco di diversi mesi, aumentandone l’intensità fino a emissioni simili a quelle naturali;
  • Elettromagnetismo: secondo alcune ricerche indipendenti, sebbene non ancora ufficialmente confermate, il cane avrebbe paura del temporale non tanto per il suono quanto per l’elettromagnetismo generato dai fulmini. Gli animali percepirebbero dei cambiamenti biologici durante la tempesta, sebbene non siano nocivi per la loro salute. In commercio esistono delle pettorine pensate per isolare l’animale dagli effetti momentanei dell’elettromagnetismo;
  • Psicologia: un modo efficace per eliminare qualsiasi paura del cane è quella di contattare un esperto di psicologia canina, in particolare un professionista del comportamentismo. Con delle tecniche di comprensione e densibilizzazione alla paura, il cane sarà in grado di affrontare anche il temporale più temibile.

Seguici anche sui canali social