Greenstyle Sostenibilità Design Case prefabbricate, nuova frontiera dell’eco design di lusso

Case prefabbricate, nuova frontiera dell’eco design di lusso

Case prefabbricate, nuova frontiera dell’eco design di lusso

Fonte immagine: Unsplash

Un tempo sinonimo di disagio abitativo ed economico, oggi le case prefabbricate sono al centro di uno sviluppo edilizio in continua crescita. Una tendenza che ricalca le necessità attuali, sempre più orientate verso un’esistenza libera, indipendente, ecologica e moderna.

Benché in Italia l’idea di prefabbricato sia quasi considerata una scelta negativa, nel resto del mondo il concetto di casa si è liberata dei canoni consueti. Svincolandosi dalla schiavitù imposta dal mattone, orientandosi verso scelte meno stanziali come appunto il prefabbricato.

Le tecnologie e gli studi attuali hanno permesso la realizzazione di strutture più solide, maggiormente affidabili e più ecologiche. Oltre all’impiego di materiali sostenibili come legno, vetro oppure acciaio, con una maggiore razionalità legata alla creazione degli spazi.

Sono dimore che si possono facilmente smontare e spostare, con un maggiore controllo sulla fase realizzativa e costi inferiori vista la scelta mirata dei materiali. Consentono la creazione di abitazioni compatte, ma anche luminose, grazie alla presenza di maxi finestre con ambienti più ariosi e bollette più basse.

Case prefabbricate, una soluzione sostenibile

Nonostante in Italia il mattone e il cemento continuino a imperversare, nel resto del mondo le case prefabbricate si sono guadagnate uno spazio importante all’interno del mondo della bioedilizia. La loro particolare conformazione consente la creazione di strutture dalle linee moderne e di design, ma anche dal basso impatto ecologico. Come riporta anche Esquire, a Manchester in Inghilterra esiste un mini quartiere realizzato con 36 case a schiera; rigorosamente prefabbricate e dal nome di Town House, sono progettate dallo studio di architetti ShedKM. Ampie, spaziose e rigorosamente luminose grazie alla presenza di maxi finestre.

A New York invece è stato costruito The Stuck, un progetto dal design innovativo e moderno progettato dallo studio di architettura Gluck+ e indirizzato come alternativa agli alloggi popolari. Creato appositamente per ottimizzare spazio e costi in favore di una struttura abitativa dalle linee accattivanti.

La stessa C3 Pre-fab con sede a Chicago è una struttura ecologica creata con ondulato, legno recuperato e fibrocemento, opera dell’architetto Jeffrey Sommers e un’abitazione dal basso imbatto ambientale. Grazie alla presenza di pannelli energetici, un sistema di raccolta per l’acqua piovana e un pavimento creato con materiali di recupero.

Fonte: Esquire

Seguici anche sui canali social