Greenstyle Ambiente Animali Canarino: le caratteristiche dell’uccellino da compagnia più amato

Canarino: le caratteristiche dell’uccellino da compagnia più amato

Canarino: le caratteristiche dell’uccellino da compagnia più amato

Fra gli uccellini da compagnia di piccole dimensioni, di sicuro il canarino è uno di quelli maggiormente presenti nelle case degli italiani. Da solo o in coppia, non è difficile la gestione dei canarini, ma bisogna attrezzarsi con una bella voliera ampia.

Inoltre bisogna ricordarsi che si tratta di un uccellino molto intelligente, che si affeziona tanto al suo umano e che è perfettamente in grado di riconoscerlo. Di seguito ci concentreremo soprattutto sulle caratteristiche e sulla gestione del canarino comune.

Classificazione scientifica del canarino

Questa è la classificazione scientifica del canarino comune:

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Sottoregno: Eumetazoa
  • Superphylum: Deuterostomia
  • Phylum: Chordata
  • Subphylum: Vertebrata
  • Infraphylum: Gnathostomata
  • Superclasse: Tetrapoda
  • Classe: Aves
  • Sottoclasse: Neornithes
  • Superordine: Neognathae
  • Ordine: Passeriformes
  • Sottordine: Oscines
  • Infraordine: Passerida
  • Superfamiglia: Passeroidea
  • Famiglia: Fringillidae
  • Sottofamiglia: Carduelinae
  • Tribù: Carduelini
  • Genere: Serinus
  • Specie: S. canaria

Principali varietà di canarini

Del genere Serinus fanno parte otto specie:

  • Serinus pusillus: verzellino fronterossa
  • Serinus serinus: verzellino comune
  • S. syriacus: verzellino della Siria
  • Serinus canaria: canarino insulare
  • Serinus canicollis: canarino del Capo
  • S. flavivertex: canarino capogiallo
  • Serinus nigriceps: lucherino d’Abissinia
  • Serinus alario: canarino testanera

Parlando del canarino comune, sono riconosciute circa 30 razze. Vengono solitamente suddivise in “canarini di colore”, “canarini da canto” e “canarini di forma e posizione”. Le razze che sono riconosciute dalla Federazione ornicoltori italiani (FOI) sono:

Canarini da canto

  • Harzer Roller
  • Canarino Malinois
  • Canarino timbrado
  • Canarino da canto Americano
  • Canarino da canto Russo

Canarini di colore

  • Canarini lipocromici (melanine assenti)
  • Bianco dominante
  • Bianco recessivo
  • Giallo
  • Giallo avorio
  • Lipocromici occhi rossi
  • Rosso
  • Rosso avorio

Canarino di forma e posizione arricciati

  • Canarino di razza Fiorino
  • Arricciato del Nord, del Sud, di Parigi, Gigante Italiano e Padovano
  • Fiorino
  • Gibber Italicus
  • Giboso
  • Arricciato Svizzero
  • Melado Tinerfeño
  • Mehringer
  • Rogetto

Canarino di forma e posizione lisci

  • Canarino di razza Gloster
  • Border
  • Bossu Belga
  • Crest
  • Fife Fancy
  • Gloster
  • Japan Hoso
  • Lancashire
  • Lizard
  • Norwich
  • Razza spagnola
  • Scotch fancy
  • Yorkshire
  • Bernois
  • Ciuffato tedesco
  • Llarguet spagnolo
  • Munchener
  • Arlecchino portoghese
  • Irish fancy
  • Rheinlander
  • Salentino

Storia e origini

Il canarino domestico, il classico canarino giallo, è il Serinus canaria. Il suo antenato è un canarino verde che vive nelle isole Canarie: da qui l’origine del nome. Durante il corso dei secoli ne sono state selezionate, tramite incroci, diverse varietà e colori.

Caratteristiche del canarino: aspetto e colore del mantello

canarini

Aspetto e principali caratteristiche anatomiche

I canarini sono uccelli piccoli, da non maneggiare di continuo. Lunghi 12-20 cm, hanno un becco piccolo, tozzo e conico. Gli occhi sono vivace e rotondi. Le zampe dei giovani canarini sono lisce, mentre quelle dei soggetti più grandi sono squamate.

Colore del mantello del canarino

Il colore del piumaggio dei canarini varia a seconda della razza. Quelli più comuni sono quelli gialli, tuttavia il colore della livrea varia a seconda della razza.

Taglia e peso del canarino

Come dicevamo prima, solitamente i canarini, simili per stazza ai pappagalli inseparabili, sono lunghi 12-20 cm, mentre il peso varia dagli 8,4 ai 24 grammi.

Riproduzione

Mentre in natura i canarini si riproducono dalla primavera fino a fine agosto, ecco che in casa, in condizioni di temperatura e ore di luce costanti, possono riprodursi tutto l’anno.

Sono uccellini monogami, più raramente poligami. Il maschio canta ad alto volume, in maniera melodiosa: lo fa sia per attrarre le femmine che per allontanare gli estranei. Sono le femmine a costruire il nido e depongono da 2 a 7 uova di colore azzurrino. La cova dura circa 2 settimane. I maschi, invece, le nutrono e stanno di guardia.

Una volta che le uova si schiudono, sia il maschio che le femmine si prendono cura dei piccoli. I piccoli prendono il volo a 2 settimane, ma diventano indipendenti dopo il primo mese di vita.

La maturità sessuale viene raggiunta a 5-8 mesi di vita. Perché la coppia si riproduca, devono esserci almeno 14-15 ore di luce al giorno.

Che carattere hanno i canarini?

canarino

I canarini sono uccellini da compagnia vivaci e allegri. Non sono adatti a essere manipolati o coccolati, ma è bello stare ad ascoltare il loro canto. Purtroppo non sono adatti ai bambini perché non amano farsi acchiappare. Inoltre tendono a scappare appena possono.

Anche se in natura vivono in gruppo, non sono molto sociali. In casa possono vivere sia in coppia che da soli, ma in quest’ultimo caso è bene dedicare loro parecchie attenzioni. Due maschi non possono vivere insieme perché altrimenti finiscono col litigare.

Sono molto intelligenti: non solo riconoscono il proprietario, ma imparano le sue abitudini e possono anche risolvere piccoli enigmi.

Dieta e alimentazione

La dieta dei canarini si basa su piccoli semi: sono uccelli granivori. Sono abilissimi a romperne l’involucro e a mangiare solo il contenuto. L’involucro, invece, viene scartato e lo si trova sul fondo della mangiatoia.

È bene integrare la loro alimentazione con verdure, quali broccoli, spinaci, insalata romana, radicchio, tarassaco, foglie di carota, carote tagliate a misura, cicoria, insalata belga, coste, catalogna, frutta e bacche. La dieta di soli semi è sconsigliata, provoca carenze.

Esistono anche estrusi appositi per i canarini.

Per le coppie in riproduzione, è meglio fornire o l’apposito pastoncino a base di uovo o le larve di insetti. Inoltre i canarini rossi vengono nutriti dagli allevatori con pastoncini arricchiti di carotenoidi per far sì che il colore rosso sia più brillante.

La dieta deve essere integrata con il grit, una sorta di macinato di gusci d’uovo e conchiglie di mollusco, indispensabile per fornire il calcio necessario.

L’acqua deve sempre essere lasciata a disposizione nel beverino.

Alimenti adatti al canarino

Questi sono alcuni alimenti adatti alla dieta del canarino:

  • miscele di semi (scagliola, miglio, panico, niger, colza-ravizzone, canapa, lino, avena, semi di campo)
  • estrusi appositi
  • verdura e ortaggi (tarassaco, broccoli, spinaci, insalata romana, radicchio, cicoria, insalata belga, coste, catalogna, foglie di carota, carote…)
  • frutta
  • mais
  • patate
  • piselli e fagioli lessi
  • pane secco (meglio se integrale)
  • grissini
  • fette biscottate integrali
  • uova sode
  • formaggio grattugiato
  • tonno al naturale
  • larve
  • pastoncino
  • osso di seppia
  • gusci d’uova sterilizzati
  • carbonato di calcio il polvere

Alimenti non adatti al canarino

Non vanno invece bene:

  • mangimi con soli semi
  • salumi
  • dolci e cioccolata
  • parti verdi di pomodori e patate

Principali malattie del canarino

Un canarino sano deve avere gli occhi luminosi e vivaci, senza scoli. Il becco deve essere liscio, deve stare eretto e non essere “impallato”. Le narici devono essere aperte e senza scolo, le piume devono essere brillanti e lisce. Sul corpo non devono esserci noduli o escrescenze, le unghie non devono essere troppo lunghe.

Queste sono le principali malattie dei canarini:

  • cisti delle penne
  • alopecia della testa
  • rogna delle zampe
  • acari dei sacchi aerei
  • parassitosi intestinali (coccidi)
  • acari del gozzo (tricomoniasi)
  • polmonite
  • infezione da E. cli, Yersinia (pseudotubercolosi), Salmonella, Camylobacter, Pseudomonas, Streptococco, Stafilococco
  • vaiolo
  • cataratta
  • ritenzione delle uova
  • fratture
  • lesioni necrotiche provocate dall’anellino

Gestione dell’alloggio del canarino

canarino voliera

La voliera del canarino deve essere di forma rettangolare (più sviluppata in larghezza che non in altezza). Più la gabbia sarà grande e meglio sarà per il canarino visto che dovrà passarci tutta la sua vita. Inoltre deve essere abbastanza ampia per far sì che possa volare.

La gabbia deve essere posta in alto, visto che in natura tendono a stare in alto sugli alberi. Naturalmente la stanza deve essere tranquilla, quindi non metteteli vicino alla lavatrice o alla televisione.

La gabbia deve essere debitamente accessoriata:

  • posatoi: in numero sufficiente per tutti i canarini presenti. I posatoi di plastica venduti con le gabbiette non vanno bene perché non sono abbastanza grandi da permettere di consumare debitamente le unghie. Meglio preferire legno naturale, con diametro tale che le zampe non riescano a circondarli del tutto
  • vaschetta per il bagno: deve essere piena di acqua pulita
  • fondo: meglio usare fogli di carta (va bene anche quella dei giornali o da cucina). Non usare la sabbietta
  • zanzariera: da appoggiare sopra perché le zanzare possono pungerli e trasmettere il vaiolo

Curiosità sul canarino

Ecco alcune piccole curiosità sul canarino:

  • Il canarino è un uccello molto intelligente. È capace di riconoscere il padrone e i volti delle persone. Inoltre canta quando è felice
  • Non esiste il canarino blu. Oltre al canarino domestico, ci sono altre varietà di canarini con diverse colorazioni del piumaggio come il canarino rosso, ma non il canarino blu
  • La durata di vita media di un canarino è di 8-10 anni, ma sono segnalati esemplari anche di 15 anni
  • Come capire l’età di un canarino senza anello? Non è semplice. L’anello di solito indica la data di nascita. Altrimenti bisogna osservali bene: solitamente gli esemplari giovani hanno le zampe lisce, mentre gli adulti e anziani le hanno più scagliose. I giovani hanno le unghie corte, la pelle è più rosea
  • I canarini hanno una vista molto sviluppata, il loro campo visivo è assai ampio
  • Il canarino non ha un prezzo di acquisto molto elevato: il classico canarino comune, quello giallo per intenderci, costa sui 15-20 euro a soggetto, la coppia di solito viene venduta a 25-30 euro. A questo devi aggiungere il costo della voliera, più ampia e accessoriata possibile
  • Non sopportano temperature inferiori ai 15 gradi

Perché prendere un canarino?

Se vuoi un uccellino da compagnia, il canarino è ottimo per cominciare. È allegro, vivace e ha un canto melodioso. Non adatto ai bambini, se preso da solo richiede di passare un po’ di tempo con lui tutto il giorno, quindi non è adatto se state troppe ore fuori casa.

Seguici anche sui canali social