Greenstyle Mobilità Eco-turismo Busatte Tempesta: tutto ciò che devi sapere sul sentiero in Trentino

Busatte Tempesta: tutto ciò che devi sapere sul sentiero in Trentino

La sua percorrenza è di circa tre ore, ma il panorama del sentiero Busatte Tempesta merita di essere visto. Si affaccia sulla riva trentina del Lago di Garda ed è uno dei percorsi più gettonati nei mesi primaverili ed autunnali, in quanto il clima è mite. I punti più suggestivi del percorso sono quelli a strapiombo che affiancano la roccia, dove si stagliano 400 gradini in ferro.

Busatte Tempesta: tutto ciò che devi sapere sul sentiero in Trentino

Con una distanza inferiore ai 10 chilometri ed un percorso panoramico da cartolina, il Busatte Tempesta è un sentiero apprezzato da tutti. Il periodo autunnale e primaverile sono i migliori per mettersi in cammino su questa sponda trentina del Lago di Garda. Ma ci sono avventurosi che lo percorrono anche nel resto dell’anno, zaino in spalla.

Se infatti ci piace il trekking e non ci spaventano i 400 scalini in ferro a strapiombo che fanno parte del percorso, ogni stagione è buona per indossare le scarpe da trail e incamminarsi. Ci basta valutare le condizioni meteo ed evitare i giorni con precipitazioni invernali, o le giornate estive troppo afose.

Il parcheggio si trova accanto al Parco Busatte di Torbole, da cui inizia il sentiero, dove possiamo appoggiare la macchina e procedere a piedi. A seconda del livello di allenamento e delle soste foto che faremo, il percorso ha una durata che varia dalle 3 ore in poi, ma non presenta difficoltà e può essere praticato da tutti.

Un limite forse è per chi non si sente a proprio agio con le altezze, in quanto parte del cammino, come accennato, fiancheggia i costoni rocciosi per mezzo di ripide scalinate. Ma negli altri casi, una boccata di aria pulita e i punti panoramici che si affacciano sul lago, bastano a convincere chiunque a dedicare mezza giornata al percorso.

Busatte tempesta sentiero
Fonte: Pixabay

Cosa sapere sul sentiero Busatte Tempesta

Il Busatte Tempesta è un sentiero noto e amato in Trentino, che unisce le due omonime frazioni e che si staglia lungo le rive nord orientali del Lago di Garda trentine. Un clima mediterraneo, dovuto alla protezione delle montagne e alla termoregolazione del lago stesso, rendono la flora di questi luoghi degna di nota.

Se infatti pensiamo che l’ulivo si trovi solo nelle regioni italiane più miti, questa area del Trentino è pronta a farci cambiare idea. Il percorso ci permette di incamminarci sia in aree forestali, sia ammirare il Lago da varie angolazioni, grazie a scorci panoramici suggestivi che spesso mostrano il paesaggio a picco.

Si parte da Torbole, lasciando la macchina nel parcheggio del vicino Parco Avventura di Busatte e si procede fino a Tempesta. Da qui si può tornare indietro in due modi, uno comodissimo per chi non vuole fare il percorso inverso. Di fatti, è possibile scendere di 1,5Km e scegliere il bus di linea, o invece ripercorrere al contrario il camminamento.

La distanza solo andata è di meno di 10 chilometri, un tempo di percorrenza medio di tre ore e un’altitudine che varia dai 96 ai 371 metri. Come accennato, le stagioni migliori per affrontare questo percorso sono primavera e autunno. In questo modo si limitano le precipitazioni e si può avere un clima fresco e non proibitivo.

Ma per vedere le vette trentine del Monte Lisone e Brione innevate, non è sbagliato anche programmare una camminata corroborante in inverno. La natura addormentata e l’aria frizzante non devono infatti spaventare gli avventurosi. Va invece tenuto sotto controllo il meteo, per evitare che piogge e grandinate possano rovinarci il viaggio.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Parco della biodiversità di Catanzaro: orari e cosa vedere
Eco-turismo

Il Parco della biodiversità di Catanzaro è un piccolo scrigno traboccante di colori, arte, storia e natura. In questo luogo, situato a pochi passi dal centro storico della città, potrai immergerti fra le più suggestive sorprese di Madre Natura, fare sport, ammirare opere d’arte e sculture, leggere un buon libro e tanto altro.