• GreenStyle
  • Consumi
  • Burro di Karitè puro: 15 usi per la bellezza e salute del corpo

Burro di Karitè puro: 15 usi per la bellezza e salute del corpo

Burro di Karitè puro: 15 usi per la bellezza e salute del corpo

Burro di karité: 15 diversi utilizzi per la bellezza e la cura del corpo in modo naturale.

Il burro di karitè si ricava dalle noci di una pianta africana, la vitellaria paradoxa, ed è spesso un ingrediente essenziale nelle creme di bellezza, negli INCI lo trovate sotto il nome di butyrospermum parkii. Se si tratta poi di creme e prodotti biologici il burro di karitè diventa un ingrediente fondamentale.

Scopri come leggere l’etichetta dei cosmetici

Proprietà e dove acquistarlo

Trovare burro di karitè puro non è sempre facile, ma non è impossibile. E male che vada Internet è sempre la risorsa numero uno. Il burro di karitè al naturale è solido, da sciogliere a contatto col calore delle mani, di colore verdastro o giallognolo, dal profumo debole e dolciastro.

Le sue proprietà sono molteplici, soprattutto come toccasana per la pelle e i capelli. È idratante, emolliente, nutriente e calmante.

15 impieghi per burro di karitè puro

Ecco come sfruttarlo al meglio

  1. Maschera per il viso. Prendetene un cucchiaio, ammorbiditelo fra le mani e applicatelo in uno strato spesso sul viso pulito. Lasciate in posa per quindici minuti e poi rimuovete con un panno morbido e umido. Per una pelle super idratata;
  2. Trattamento per unghie e cuticole. Se avete le cuticole particolarmente secche e che si spaccano, cosa piuttosto dolorosa e scomoda, o le unghie deboli che tendono a sfaldarsi, prendete una noce di burro di karitè, fatelo sciogliere a bagnomaria, a fuoco lento, e aggiungete il succo di un limone. Mescolate bene e quando la miscela è ancora tiepida immergetevi le dita per cinque minuti;
  3. Naso screpolato. Che sia per il sole cocente in montagna o per un brutto raffreddore, per dar sollievo al naso basta spalmare un po’ di burro di karitè sulla zona screpolata e arrossata, per un effetto immediato;
  4. Burrocacao. Usatene una goccia come burrocacao per labbra screpolate, e come protettivo dal vento. Non preoccupatevi, il burro di karitè puro viene usato anche come condimento in Africa, quindi potete metterlo sulle labbra senza problemi;
  5. Maschera per capelli. Se avete i capelli secchi e danneggiati o se d’estate i vostri capelli se la vedono brutta fra piscine, bagni in mare, vento in spiaggia e tintarella, questa maschera farà contenta la vostra chioma. Sui capelli asciutti applicate il burro di karitè su tutta la lunghezza, o solo sulle parti danneggiate. Lasciate in posa per un’ora e poi lavateli con il vostro shampoo preferito;
  6. Maschera per capelli veramente molto danneggiati. A volte una semplice maschera come quella di cui sopra non è abbastanza. Se pensate di dover ricorrere all’artiglieria pesante, beh, pensate di nuovo. Basta applicare il burro di karitè come descritto sopra e poi avvolgere i capelli in un asciugamano caldo. Andate a dormire e la mattina seguente lavate i capelli come al solito;
  7. Per favorire la digestione. In caso di crampi, cattiva digestione, o generico “mal di pancia”, il burro di karitè può ancora esservi d’aiuto: scioglietene un cucchiaio e applicatelo sull’addome con lenti massaggi circolari;
  8. Per aumentare la durata del profumo. Applicato sulla pelle dopo il bagno, il burro di karitè trattiene il profumo che vi vaporizzerete, facendone durare l’aroma più a lungo;
  9. Doposole. Che andiate al mare, in montagna o siate solo appassionati di lettini abbronzanti, il burro di karitè, così ricco e nutriente, è l’ideale da usare come doposole. L’esposizione ai raggi solari disidrata la pelle e aumenta il rischio di invecchiamento cellulare, ridarle idratazione, tono e nutrimento è la cosa migliore da fare, e il burro di karitè fa tutto questo;
  10. Migliora la circolazione delle gambe. Ammorbidite un cucchiaio circa di burro di karitè e poi usatelo per massaggiare le gambe, con ampi movimenti, partendo dalle caviglie e risalendo fino alle anche. Il massaggio stimola la circolazione, il burro di karitè vi regala una pelle morbida. Vincono tutti;
  11. Trattamento per i piedi. La stagione dei sandali sta arrivando, o magari siete yogini provetti, o ancora dediti alle arti marziali, o semplicemente soffrite di piedi secchi. In ogni caso basta applicare un po’ di burro di karitè sulle zone interessate, prima di andare a dormire, infilate un paio di calzini e risvegliatevi con piedi di velluto;
  12. Defatigante per la schiena. Che facciate sport o stiate curvi su una scrivania tutto il giorno, la schiena ne risente parecchio. Chiedete a qualcuno di amorevole di scaldare un po’ di burro di karitè fra le mani e di usarlo per massaggiarvi la schiena. È sicuramente molto rilassante;
  13. Scrub per talloni e gomiti. Si sa, sono le zone più secche del corpo, per definizione. Aggiungete un cucchiaino di zucchero a un cucchiaio di burro di karitè fatto ammorbidire e usatelo come scrub sulle zone che ne hanno bisogno;
  14. Imperfezioni. A quanto pare il burro di karitè ha un lieve effetto antiage, di sicuro aiuta la rigenerazione cutanea, ecco perché è formidabile usato su un brufolino, un graffio o sul contorno occhi (attenzione qui, siate molto leggeri, sia in quantità sia in movimenti, potrebbe risultare troppo ricco per la zona!);
  15. Per i bambini. Come avete visto da tutti questi utilizzi il burro di karitè è incredibilmente versatile, generoso con la pelle e adatto a tutti. Anche e soprattutto alla pelle delicata dei bambini. Perfetto per trattare eventuali arrossamenti o solo come coccola.

Un unico accorgimento: il burro di karitè richiede tempo, tempo per ammorbidirlo, tempo per applicarlo e tempo per farlo assorbire. Se siete di fretta non è sempre la soluzione migliore, ma se vivete di fretta potrebbe essere un ottimo rimedio per imparare a rallentare e prendervi cura di voi stessi.

Seguici anche sui canali social