Allerta allergeni per la farina: soia non presente in etichetta

Allerta allergeni per la farina: soia non presente in etichetta

Fonte immagine: Pixabay

Il Ministero della Salute ha ordinato il ritiro di un lotto di farina tipo 00 a marchio Selex: probabile rischio per i consumatori allergici alla soia.

Stessa motivazione per due richiami emanati dal Ministero della Salute che nel suo portale ha messo in guardia i consumatori per l’assenza dell’allergene Soia nelle confezioni di alcuni tipi di farina di grano tenero “tipo 00”. Nessuna contaminazione batterica per questo ritiro, ma un errore di etichettatura che comunque potrebbe rivelarsi molto rischioso per un eventuale consumatore allergico alla soia.

Entrambi gli ingredienti, sebbene fossero commercializzati con due marchi diversi, sono stati confezionati dallo stesso stabilimento. Entrambi hanno riportato nella confezione la dicitura “prodotto in uno stabilimento in cui si utilizza soia” che non è sufficiente per allertare della presenza dell’allergene. I due lotti richiamati sono:

  • Il lotto L 19 008 scadenza 08/02/2020, confezione 1 kg prodotto della ditta Molino Rossetto di Pontelongo (Pd) e commercializzato con il marchio “Cuore mediterraneo” in vendita nella zona di Fiano Romano.
  • Il lotto L 19 009 scadenza 09/02/2020,  confezione 1 kg sempre della ditta Molino Rossetto di Pontelongo (Pd) fa riferimento al prodotto a marchio “Selex“ commercializzato dalla Selex di Trezzano sul Naviglio (Mi).

La raccomandazione per tutti i consumatori allergici alla soia è quella di non consumare il prodotto, ma di consegnarlo al punto vendita d’acquisto per il rimborso o la sostituzione. Non trattandosi di cibo contaminato, ma di un errore di etichettatura per tutti i non allergici alla soia il cibo è sicuro e consumabile.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Orso M49: il video editoriale di Alfonso Pecoraro Scanio