Adriano Panzironi: chi è, la dieta, le critiche

Adriano Panzironi: chi è, la dieta, le critiche

Fonte immagine: Pixabay

Lo stile di vita Life 120 promette longevità e salute: tutto quello che c’è da sapere sull’ideatore Adriano Panzironi, critiche comprese.

Adriano Panzironi è giornalista pubblicista, imprenditore e autore di libri, ideatore e promotore dello stile alimentare noto come Life 120, ideato per tentare di vivere in salute anche fino a 120 anni, prevenendo e curando diverse malattie anche gravi, semplicemente reimpostando la propria alimentazione e assumendo specifici integratori.

Chi è Adriano Panzironi

Adriano Panzironi, quindi, non è un medico e la sua attività principale è legata al possesso di metà delle quote dell’azienda Life 120, gestita insieme al fratello. L’ideatore dello stile di vita Life 120  gestisce anche un canale del digitale terrestre (Life 120 channel) che trasmette la rubrica “Il Cerca Salute”, programma che vede spesso protagonista lo stesso Panzironi e durante il quale vengono abbondamene pubblicizzati gli integratori alimentari consigliati.

Oltre a diffondere i principi del Life 120 attraverso un portale web dedicato, Panzironi è anche molto attivo a livello social specialmente su Facebook. Tra il 2014 e il 2018 ha pubblicato tre diversi volumi dedicati al programma Life 120, con focus rispettivamente sui principi generali, sulle ricette e sulle ricerche e studi scientifici che confermerebbero la teoria base dello stile di vita proposto.

Dieta Life 120

Dieta insalata

Lo stile dietetico ideato e sostenuto da Panzironi si basa sull’alimentazione “paleo”, la paleodieta seguita dagli uomini vissuti all’età della pietra che si nutrivano di carne, pesce, verdure e frutta. A essere demonizzati, quindi, non sono i grassi animali ma tutti i cereali e gli alimenti che ne derivano, così come i legumi e i latticini, ritenuti potenzialmente dannosi per l’organismo. Per raggiungere in salute anche i 120 anni di età, stando a quanto sostiene Panzironi, è necessario seguire questo tipo di alimentazione, praticare attività fisica in modo moderato e assumere integratori alimentari a base di spezie, vitamine, sali minerali e altri composti benefici per la salute. Seguendo queste linee guida non solo si otterrebbe una maggiore durata della vita ma anche la protezione da alcune patologie molto diffuse e invalidanti, tra cui il diabete, l’Alzheimer e diverse forme tumorali solo per citarne alcune.

Critiche e provvedimenti

Contro Adriano Panzironi e il suo Life 120 sono state mosse non poche critiche, tanto che sono già numerosi i provvedimenti ufficiali presi contro l’ideatore. A prendere posizione sono state, tra gli altri, l’Associazione Nazionale Dietisti (ANDID) e l’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (ADI): la prima ha sottolineato come per avere cura della propria salute sia fondamentale affidarsi a professionisti sanitari competenti e a strutture di riferimento, mentre la seconda ha chiesto al Ministero della Salute l’istituzione di un’autorità di vigilanza che possa frenare la diffusione di teorie prive di fondamento scientifico attraverso i media.

A scagliarsi contro Adriano Panzironi – sospeso temporaneamente dall’albo dei giornalisti e denunciato dall’Ordine dei medici di Roma per abuso di professione medica – è stata anche l’ex Ministro della Salute Giulia Grillo, autrice della segnalazione all’AGCOM per richiedere un procedimento nei confronti del giornalista per violazione delle regole in materia di pubblicità sanitaria ed esercizio abusivo delle professioni sanitarie.

A occuparsi in modo approfondito di Adriano Panzironi e della promozione di Life 120 è, da alcuni anni, la trasmissione “Le Iene”: ricordando la sanzione di oltre 264mila euro inflitta alla società di Panzironi da parte dell’AGCOM per aver trasmesso informazioni pubblicitarie potenzialmente lesive della salute degli utenti, la redazione ha più volte focalizzato l’attenzione proprio sulle false promesse che caratterizzano Life 120 soprattutto per quanto riguarda la presunta efficacia degli integratori come rimedio per curare patologie come il diabete di tipo 1 e il morbo di Crohn.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche