Si può dimagrire mangiando snack? Certo che sì. Gli snack confezionati, quelli che si trovano nei supermercati, sono utilissimi in una dieta bilanciata. Chiunque stia cercando di dimagrire, inoltre, sa che mangiando poco e spesso si velocizza il metabolismo e perdere peso è più facile. In particolare nei periodi successivi alle festività, quando ci si è abbuffati tanto e si vuole tornare al peso forma, la caratteristica di questi cibi torna assai utile, ma come in tutte le cose bisogna stare attenti a non esagerare.

Se si nota bene, sulle confezioni singole degli snack, che molti hanno giusto 90 calorie. In generale, basta non seguire bovinamente la pubblicità: le barrette dietetiche a volte hanno le stesse calorie di una qualunque gustosissima merendina al cioccolato o alla crema, per cui se si ha voglia di mangiarne una, non bisogna costringersi con le barrette dietetiche, altrimenti alla fine della cura dimagrante si riprenderanno immediatamente i chili persi e anche di nuovi. Una sola però, con le merendine, si sa, il rischio assuefazione è sempre dietro l’angolo.

Tra gli snack light in commercio che possono essere consumati senza rimorsi a metà mattina o a metà pomeriggio come spuntino, ci sono le barrette ai cereali, quelle salate in particolare, che hanno un basso apporto di grassi. Ce ne sono anche alcune alla frutta o con dei pezzetti di cioccolato, magari fondente. Di solito sono fatte con poca frutta per la verità, perché un eccessivo consumo di frutta potrebbe non fare bene alla linea, dato che la frutta è zuccherina.

Anche le patatine possono essere consumate, ma sempre con moderazione. Intanto è meglio privilegiare quelle non fritte, magari al formaggio e al mais, anche perché saziano subito e maggiormente, e mangiarne al massimo mezzo pacchetto. L’ideale, più che altro per una questione psicologica che di bisogno reale, sono i pacchettini contenuti nei multipack (solitamente da 6 o da 8), perché così non si sente la necessità di finire di consumare l’intero pacco da 65 grammi e oltre, cosa che chiaramente va in favore di una dieta dimagrante. Lo stesso dicasi per pretzel salati, salatini e alsaziani, che hanno poco sodio, nonostante contengano tanto sale anche all’esterno.

Anche i crackers possono assolvere alla funzione dietetica. Magari per variare e anche per contenere le calorie è meglio prendere quelli senza sale all’esterno, integrali e con l’aggiunta di ingredienti come olive e rosmarino: sono molto soddisfacenti e aiutano soprattutto quelle persone che non sanno rinunciare mai ai carboidrati, nemmeno tra un pasto e l’altro.

27 marzo 2013
Lascia un commento