I rimedi naturali sono un aiuto valido per stare bene, anche quando si ha il mal di stomaco. Il loro utilizzo consigliato è sempre quello costante nel tempo, in grado di produrre effetti benefici maggiori e più duraturi. Anche nel caso non abbiate intrapreso ancora questa strada, esistono molte soluzioni anche “momentanee” per allontanare qualche fastidio indesiderato.

Alcuni rimedi naturali li abbiamo già incontrati e, visto il periodo, probabilmente è bene ricordare che grazie a questi utili ritrovati è possibile combattere i classici “malanni di stagione”, come ad esempio il raffreddore e il mal di gola. Cominciamo però a vedere quello che è il nostro “esaminato” di oggi: il mal di stomaco.
>> Leggi come sgonfiare la pancia in modo naturale

Colpi d’aria, indigestioni, acidità di stomaco e cattive abitudini alimentari possono portare a quella fastidiosa e dolorosa sensazione di bruciore. Le persone che soffrono frequentemente di stati d’ansia possono inoltre risultare particolarmente sensibili verso questa problematica.

Il primo passo che consigliamo a chi dovesse soffrire più volte nell’arco del mese di questo disturbo è un controllo della propria alimentazione, cercando di evitare quanto più possibile il cosiddetto “cibo spazzatura” e fare pasti regolari durante la giornata, possibilmente non troppo pesanti. Ridurre anche il proprio stato d’ansia con lo yoga o con altre pratiche di rilassamento può portare giovamento in caso di mal di stomaco da stress.
>> Scopri 10 alimenti che fanno bene alla salute e allo stomaco

Vediamo ora quali rimedi naturali possono venire in nostro soccorso per ridurre la sintomatologia quando il problema è in atto. Come già accennato, di sicuro giovamento è il controllo del proprio stato emotivo: lo stress quotidiano espone maggiormente il fisico a un disturbo come il mal di stomaco, analogamente a quanto accade per mal di gola, raffreddore e influenza a causa del calo delle difese immunitarie.

Il rimedio naturale per eccellenza è il controllo a tavola. Nessun dieta ferrea, semplicemente la nostra cara Dieta Mediterranea. Alimentazione sana e bassi livelli di stress possono essere già di notevole aiuto. Nel caso invece vi fosse il bisogno di ricorrere anche a qualche soluzione immediata, un rimedio ormai classico e largamente utilizzato è la camomilla.

Aiuterà a rilassare i muscoli addominali e ridurre l’intensità degli spasmi, ma attenzione a rispettare assolutamente i tempi di infusione, soprattutto la sera: superare i 5 minuti di solito potrebbe rendere, contrariamente al suo uso solito, più difficile l’addormentarsi. Altro potente rimedio, indicato per i casi di eccessiva acidità, è l’argilla verde.

Questo rimedio, le cui polveri andranno sciolte nell’acqua calda, contribuirà a ridurre notevolmente il livello di acidità e dovrà essere consumato più volte durante l’arco della giornata. La dose comunemente usata è di un paio di cucchiaini per mezzo bicchiere d’acqua. Andiamo avanti con i rimedi naturali restando però sempre nell’area degli infusi.

Da più parti consigliato è l’infuso o decotto di semi di finocchio. Bevuto regolarmente per una settimana, magari la sera prima di addormentarsi, può contribuire a ridurre gonfiori e aiutare la digestione. Di “pronto intervento” è invece un decotto di foglie di salvia o di alloro, meglio se con alcune gocce di limone: da qualche cucchiaino di foglie sminuzzate in un pentolino d’acqua calda per 5-10 minuti potrete ricavare il vostro rimedio naturale.

Prezzemolo e basilico, comunemente presenti nelle cucine italiane, possono rappresentare delle valide alternative se non si dovessero avere in casa le foglie di salvia o alloro. Cambiano leggermente le dosi per tazza: 3 grammi per il basilico e un cucchiaino per il prezzemolo. Un tipico “rimedio della nonna” è il cosiddetto “canarino“, ovvero un infuso ricavato dalle scorze di limone (private della parte bianca) spezzettate e tenute per qualche in un pentolino d’acqua in ebollizione.

Due raccomandazioni particolari in questo caso. La bevanda andrà consumata prima che si raffreddi per essere sicuri di ottenere il risultato desiderato. Inoltre si usa tipicamente nei casi in cui il mal di stomaco sia originato da un colpo di freddo, sconsigliabile quindi nell’eventualità il disturbo sia legato a stress o a un’eccessiva acidità: in questo caso potrebbe addirittura peggiorare il problema.

Concludiamo la parte dei rimedi naturali dedicata agli infusi con le radici di liquirizia. Ottima soluzione per calmare il bruciore di stomaco, ne bastano 2 grammi in 100 ml d’acqua portati a ebollizione. Come nel famoso detto, anche per questo fastidio una mela al giorno può togliere il medico di torno, in quanto mangiare una mela a fine pasto contribuisce a riequilibrare i livelli di acidità dello stomaco.

Fonti: Rodiola | BuonaIdea

25 novembre 2011
I vostri commenti
Alessandro, mercoledì 27 novembre 2013 alle11:05 ha scritto: rispondi »

Io ho risolto con l’infuso di foglie di olivo. Mi basta prendere un sorso dopo ogni pasto e la digestione comincia immediatamente. Inoltre, preso al bisogno, elimina ogni forma di acidita’. Per chi non ne fosse a conoscenza, oltre all’olio di oliva, esistono dei rimedi naturali come gli estratti di foglie di olivo che conservano dei principi attivi oltre 50 volte piu’ concentrati ad azione antiossidante, alcalinizzante, cardiotonica, vasodilatatrice e favoriscono il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati. Potentissimo antiacido sia per lo stomaco che per l’organismo in generale. Queste proprietà portano a un azione immediata di diminuzione del colesterolo cattivo e trigliceridi oltre a uno stato di benessere eliminando sensazione di acidita’, stanchezza e sonnolenza. Sono sicuro che questo prodotto totalmente naturale aiutera’ tantissime persone, provalo subito per almeno trenta giorni e ti sentirai un’altra persona. Questo e’ il sito dove si acquista si chiama Olife e arriva a casa in 2 giorni lavorativi. In bocca al lupo!

Lascia un commento