Un buffet è l’idea giusta per inaugurare una nuova casa. Quando si va a vivere in un luogo nuovo, dopo averlo arredato con cura e gusto propri, viene voglia di presentarlo ai propri amici: la cena è fuori discussione, troppo impegnativa dopo la fatica che mettere su casa richiede, e allora si dà vita a un simpatico buffet in piedi, magari con buona musica di sottofondo e tante chiacchiere. Ecco qualche idea sulle ricette da preparare.

Partiamo dagli alcolici e dalle bevande. Per un buffet è sconsigliabile introdurre la birra, ma il vino si può proporre, una bottiglia per volta, per non sprecarlo nella dispersione dei momenti festivi. L’ideale sarebbe fare delle diverse coppe contenenti dei cocktail alcolici o analcolici. Evitiamo l’incombenza di farli preparare all’amico che si presta sul momento e sistemiamoli prima in coppe ben separate: in questo modo, non si rischierà di mischiare le bevande e far ubriacare gli ospiti. Per gli analcolici si potrebbe preparare un cocktail a base di succo d’ananas e di ciliegia, magari arricchito con delle ciliegine candite, quelle con il gambo, non quelle per guarnire i dolci. Per quanto riguarda gli alcolici, sono da preferire le ricette dei leggeri long drink, magari a base di Martini o gli evergreen come vodka lemon e cuba libre, magari strizzando l’occhio a una vodka Redbull, ma meglio se la vodka è aromatizzata: si suggerisce quella al mirtillo.

Il segreto del buffet è nella diversificazione delle pietanze. Tutto deve essere in porzioni molto piccole, per permettere di assaggiare un po’ di tutto senza abbuffarsi e in modo che le pietanze non siano al cucchiaio, per essere consumate comodamente in piedi. Le varie  ricette di antipasti vengono in nostro aiuto: i vol au vent con ripieno di carne o di verdure, gli involtini di prosciutto e mozzarella (meglio se di bufala), di emmenthal, salsa tartara e melanzane, o dalla cucina cinese degli involtini primavera. Le verdure rivestite con prosciutto o formaggio morbido, come lo stracchino, sono sempre una ricetta vincente, capace di accontentare tutti i palati.

Difficile preparare un piatto caldo per un buffet, quindi via libera a quelli freddi, come insalate di riso o di pasta. Una buona idea è fare del sushi in casa: dai grossisti si può acquistare dell’alga nori e nelle migliori gastronomie il riso per sushi, da guarnire con pesce nostrano, magari anche bollito o al vapore. È una ricetta un po’ imbastardita e travisata, ma di sicuro effetto. Con il salmone affumicato si possono fare invece dei rotolini con il pane per tramezzini e la salsa greca allo yogurt, o della salsa cocktail.

Le fritture in questi casi sono nostre amiche: consigliabile anche una frittura mista con mozzarelline panate, olive ascolane, crocchette, arancini di riso con differenti ripieni, polpette di carne o di melanzane. Se si vuole stupire, aggiungere anche del pesce fritto, per praticità è meglio la fracaja, che si mangia con tutta la spina, evitando spiacevoli inconvenienti di un pasto in piedi.

Anche i dolci non devono essere al cucchiaio: via libera a crostate di frutta o a torte con crema, gelatina e frutta. Se si vuole fare bella figura anche in questo campo, si consigliano i cupcake, di gran moda e in comode monoporzioni: i cupcake devono essere diversificati, per cui il cioccolato non va utilizzato per tutti, e va integrato con panna, meringa e frutta fresca.

27 marzo 2013
Lascia un commento