Non c’è nulla di più falso del credere che la dieta vegana sia priva di dolci e piccole soddisfazioni di gola: si tratta di uno stereotipo diffuso sul cibo veg, nonostante il mondo vegetale presenti pietanze con zuccheri in abbondanza. Certo, forse un gustoso frutto non sarà sufficiente a placare la voglia di qualche prodotto di pasticceria, ma le alternative ovviamente non mancano. Ecco, ad esempio, la ricetta per un buonissimo tiramisù vegano.

>>Leggi la ricetta dei tacos vegani

Il tiramisù è un dolce che non ha bisogno di troppe presentazioni: amato da grandi e piccini, è uno dei dessert più diffusi della tradizione italiana. Ma come possono approfittarne i vegani, con le uova utilizzate per i savoiardi e il latte nel mascarpone? Di seguito, l’alternativa priva di prodotti di origine animale, proposta da Aylin Erman di GlowKitchen.

Ingredienti per due porzioni:

  • 15-20 savoiardi vegan (preparati senza uova);
  • 1 tazza da tè di caffè freddo;
  • 1 scatola di polpa di cocco oppure mezzo litri di latte di cocco;
  • 1 cucchiaio di nettare di agave;
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia;
  • Menta fresca e cannella di guarnizione.

Preparazione:
Con l’aiuto di una bacinella, mescolare il latte di cocco – oppure filtrare la polpa, così da separare le parti solide da quelle liquide – con l’agave e la vaniglia, fino a ottenere un composto compatto e cremoso. Nel far questo, il latte di cocco deve essere versato gradualmente quanto basta, fino al raggiungimento di un’adeguata consistenza. Nel frattempo, in un contenitore dai bassi bordi versare un mezzo centimetro di caffè, per immergervi poi i savoiardi, all’incirca 15 secondi per lato.

>>Leggi la ricetta dei muffin dolci o salati

Prendere quindi un contenitore rettangolare in vetro e disporre una fila di savoiardi, affiancati l’uno all’altro. Coprire lo strato appena creato con un sottile livello della crema al cocco già preparata, quindi ripetere l’intera operazione fino a raggiungere 2-3 strati di savoiardi. Ricoprire di crema, infine, l’ultimo livello. Si guarnisca il tutto ora con una velatura leggera di cannella (o di cacao, in alternativa) e qualche foglia di menta a ornamento del piatto. Riporre in frigorifero per qualche ora per permettere al tiramisù di compattarsi e servire freddo.

3 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Laura, domenica 15 marzo 2015 alle2:38 ha scritto: rispondi »

È possibile sostituire il latte di cocco con quello di soia o di riso? Grazie mille

Lascia un commento