Presentato oggi a Roma il 4° “Rapporto sull’Efficienza Energetica” realizzato dall’ENEA. La presentazione da parte dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile è avvenuta a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

Secondo i dati forniti all’interno del rapporto dell’ENEA l’Italia ha risparmiato 2 miliardi, in termini di riduzione delle importazioni di petrolio e gas dall’estero, grazie alle politiche di incremento dell’efficienza energetica promosse negli ultimi anni.

Il risparmio è espresso anche nella misura annua di 7,55 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti (Mtep), ottenuto grazie al meccanismo dei Certificati Bianchi (3,4 Mtep), all’introduzione di “standard minimi di prestazione energetica” (2,4 Mtep), agli “incentivi nei trasporti” (0,9 Mtep) e agli ecobonus (altri 0,9 Mtep). A guadagnare da questi ridotti consumi anche l’ambiente, che ha visto una produzione di CO2 inferiori di 18 milioni di tonnellate.

Il Rapporto ENEA è andato a monitorare gli effetti e l’applicazione delle politiche riguardanti il settore (D. Lgs. 102/2014 e Piani d’Azione per l’Efficienza Energetica – PAEE 2011 e 2014). In relazione a quanto previsto dal PAEE 2014 si evidenzia come sia “già stato raggiunto oltre il 20% dell’obiettivo di efficienza previsto per il 2020″; tra i settori ad avere contribuito in misura maggiore, spiegano gli analisti, proprio quelli industriali e residenziale.

Ulteriori risparmi potrebbero essere ottenuti attraverso l’agrifood, la lotta agli sprechi alimentari, cibo a Km zero e tecnologie più efficienti nel settore della “grande distribuzione”. Come ha sottolineato il Commissario ENEA Federico Testa:

Il Rapporto evidenzia che cittadini, industrie e PA hanno recepito le potenzialità dell’efficienza energetica, un comparto essenziale per l’ambiente e per ridurre le bollette di famiglie e imprese oltre che un volano di crescita economica e di occupazione con la creazione di una filiera nazionale competitiva.

L’ENEA, in qualità di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica, si candida a svolgere un ruolo di riferimento e garanzia per l’intero settore, affinché le opportunità offerte dall’efficienza possano effettivamente realizzarsi.

Presenti all’interno del 4° Rapporto sull’Efficienza Energetica alcune novità: tra queste i risultati dell’indagine condotta da ENEA e Confindustria, che evidenziano come più del 33% delle imprese contattate abbia pianificato investimenti nell’efficientamento energetico nei prossimi 3 anni; oltre il 90% chiede inoltre “meno burocrazia”, “semplificazione normativa” e un “quadro finanziario più stabile”.

È stato presentato inoltre il nuovo portale dell’Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica (www.agenziaefficienzaenergetica.it), nato per riunire i diversi siti ENEA creati nel corso degli anni. Tre le sezioni principali, rivolte rispettivamente a cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione.

La presentazione del Rapporto sull’Efficienza Energetica è stato occasione anche per il lancio della seconda edizione, prevista per il 16 ottobre 2015 a Verona, degli Stati Generali dell’Efficienza Energetica. Come ha ricordato il presidente degli Stati Generali Alessandro Ortis:

Tutti i soggetti interessati – istituzioni, operatori pubblici o privati, associazioni, imprese, professionisti, istituti di ricerca e cittadini – sono invitati a partecipare alle consultazioni online sul sito www.statigeneraliefficienzaenergetica.it fino al prossimo 25 settembre.

L’ENEA, con il supporto tecnico-scientifico di EfficiencyKNow, raccoglierà i contributi della consultazione web che confluiranno nel rapporto finale degli Stati Generali a Smart Energy Expo di Verona.

11 giugno 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento