Quando si pensa agli animali più agili nel nuoto, la mente è naturale si soffermi su specie acquatiche, dai delfini alle foche, passando per le grandi balene. Eppure vi è un mammifero che, nonostante la stazza, può competere agilmente nelle fredde acque dell’oceano. Si tratta dell’elefante, soprattutto di un particolare esemplare molto amante delle onde.

Si chiama Rajan, ha ben 63 anni e vive sulle isole Andamane, nella parte meridionale del golfo del Bengala. L’enorme elefante ama tuffarsi di frequente in acqua, dove raggiunge le onde più alte per nulla preoccupato di poter affondare. Muovendo dolcemente le sue zampe, il pachiderma nel mare trova il suo ambiente elettivo, dove appare leggerissimo nonostante un peso di oltre quattro tonnellate.

La storia di Rajan è salita agli onori della cronaca, e delle condivisioni virali sul Web, grazie all’opera del filmmaker naturalista Cristian Dimitrius. Mentre esplorava la baia del Bengala, l’uomo ha fatto questo straordinario incontro e ha potuto filmare da vicino la bravura quasi olimpica dell’elefante.

Le vicende del pachiderma sono ormai note da tempo, poiché negli anni diversi studiosi hanno analizzato la straordinaria capacità dell’animale non solo di nuotare, ma anche di immergersi completamente sfruttando la sua lunga proboscide per l’aria. In questi giorni, tuttavia, si torna a discuterne poiché quello di questo esemplare asiatico è davvero un caso unico. Non si conoscono altre testimonianze di elefanti acquatici ancora in vita, quindi Rajan potrebbe essere l’ultimo rappresentante in vita della sua categoria. Il filmmaker ha così voluto commentare lo straordinario incontro:

Ho avuto l’opportunità di immergermi con lui. Nuotare accanto a Rajan è stata una delle esperienze più uniche che una persona possa avere.

Ignaro probabilmente della popolarità raggiunta, l’elefante ama passare gran parte della giornata sulla spiaggia. Ogni volta che si immerge, a suo insindacabile volere, il proprietario accompagna gruppi di turisti per vivere questa incredibile esperienza da vicino.

18 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento