Capita molto spesso che il cane decida di rotolarsi a terra, specialmente dopo un bagnetto: si tratta di una reazione istintiva e comprensibile, dovuta alla necessità dell’animale di camuffare il proprio odore nei confronti di possibili predatori. Ma cosa succede quando il cade trascina la parte posteriore del corpo a terra, come se fosse in uno stato di evidente fastidio?

>>Scopri perché il cane si rotola nello sporco

Non è raro vedere Fido in questa posizione: fondoschiena poggiato al terreno, zampe posteriori sollevate e anteriori a fare da trazione. Si tratta di un comportamento che non andrebbe trascurato, perché non solo sintomo di un passeggero prurito. Ecco le possibile cause.

  • Sacche anali: il cane è normalmente dotato di due ghiandole nella zona del perineo, che secernono delle sostanze durante la defecazione. La loro funzione non è ben chiara, ma può capitare spesso che si occludano. Spesso succede, soprattutto per le piccole taglie, che il cane sfeghi il posteriore a terra per agevolarne lo svuotamento. In alcuni casi, e su consiglio del veterinario, può essere necessario una spremitura manuale, per evitare infezioni;
  • Contaminazione: qualora il cane soffrisse di problemi gastroenterici, è probabile che del materiale fecale sia rimasto imbrigliato nel manto posteriore e, con il trascinamento a terra, l’animale cerca di sbarazzarsene. In questo caso, è consigliata la pulizia con delle salviettine umidificate o con dei panni imbevuti di detergenti anallergici per cani;
  • Parassiti: la causa certamente più diffusa di pruriti e fastidi per il posteriore del cane, si tratta di veri e propri vermi dell’intestino che vengono espulsi con le feci. Questi irritano la zona anale, causando fastidi e pruriti insopportabili. Oltre ad apposite creme e pomate, si rende necessaria una cura a base di farmaci per via orale per debellare la parassitosi.

>>Scopri perché il cane alza la zampa quando urina

In caso i sintomi non permettessero di arrivare a una causa evidente, il consiglio è sempre quello di affidarsi nelle mani del proprio veterinario di fiducia: saprà di certo risolvere una delle situazioni più frequenti, ma fastidiose, della vita del cane.

24 maggio 2013
Fonte:
I vostri commenti
flory, sabato 23 agosto 2014 alle7:18 ha scritto: rispondi »

complimenti ottimo sito,interessante e utile,grazie

Lascia un commento