Noci e pistacchi un aiuto naturale contro il tumore al pancreas

Mangiare noci, mandorle e pistacchi può aiutare a prevenire il tumore al pancreas. Secondo quanto pubblicato dai ricercatori del Dipartimento di Medicina, Brigham and Women’s Hospital e della Harvard Medical School di Boston il consumo di frutta col guscio risulterebbe importante per ridurre il rischio, senza però particolari effetti collaterali dovuti ai grassi in essa contenuti.

Il consumo di frutta col guscio come noci e mandorle risulta inversamente proporzionale al presentarsi della patologia tumorale al pancreas. Maggiore è l’assunzione quindi e minore il rischio, questo a prescindere da altri potenziali fattori scatenanti. Come spiega il Dr. Ying Bao, autore principale dello studio:

La riduzione del rischio era indipendente dai fattori di rischio stabiliti o presunti per il cancro del pancreas tra cui l’età, l’altezza, l’obesità, l’attività fisica, il fumo, il diabete e altri fattori dietetici.

Sotto esame 75.680 donne facenti parte del “Nurses’ Health Study” (NHS), nessuna di loro con precedenti storie di cancro. È emerso come coloro che consumavano un minimo di 28 grammi di frutta col guscio, noci nel caso dello studio, almeno 2 o 3 volte a settimana avevano minori possibilità di manifestare il tumore al pancreas.

Sarebbe stato smentito dallo studio anche il luogo comune che vedrebbe problemi di peso nei soggetti a maggior consumo di frutta secca col guscio, in quanto le donne con i livelli di assunzione più alti risultavano anche quello più in forma dal punto di vista del grasso corporeo. Minori anche i rischi associati al diabete mellito, uno dei fattori di rischio del tumore al pancreas.

Un motivo in più quindi per guardare con favore a noci, mandorle, pistacchi e pinoli, già associati da precedenti studi alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

11 novembre 2013
Fonte:
Lascia un commento