I mirtilli sono dei frutti di bosco tra i più apprezzati. Non soltanto per il loro sapore, ma anche per le proprietà curative di cui dispongono questi gustosi rimedi naturali. L’arbusto sul quale crescono gli esemplari di Vaccinium Myrtillus arriva a un’altezza di circa 50 cm da terra e presenta foglie di forma ovale dai lati seghettati. Cresce in prevalenza nelle zone montane e nei boschi, con fioritura in Primavera.

Tre i tipi di mirtillo conosciuti: blu, nero e rosso. Molte invece le proprietà curative ad essi riconosciute, che vanno dall’effetto antinvecchiamento offerto dagli antiossidanti fino alla protezione dei vasi sanguigni. Proprio come evidenziato per le bacche di goji.

Proprietà curative

Una delle applicazioni più note delle proprietà curative offerte dai mirtilli è quella che interessa proprio la salute del sistema circolatorio. In particolare la versione “rossa” di questo frutto, seppure in misura ridotta gli stesssi effetti si ritrovino anche nelle specie di mirtillo nero e blu.

Questa specifica proprietà va a portare giovamento su una serie di disturbi e patologie quali le gambe gonfie, come anche per il gonfiore a mani e piedi, la debolezza delle pareti venose, la couperose.

Dal punto di vista della circolazione, i mirtilli si rivelano utili anche nel migliorare la circolazione sanguigna e favorire la termoregolazione dell’organismo nelle zone periferiche. Ecco quindi che questi frutti di bosco offrono le loro proprietà anche per il trattamento di mani e piedi freddi.

Grazie alle loro proprietà antibiotiche e antinfettive i mirtilli assicurano, in accordo a quanto contenuto nello studio della Dr.ssa Nathalie Tufenkji (ricercatrice presso il Department of Chemical Engineering della MiGill University), un’efficace azione nel combattere le infezioni alle vie urinarie provocate dal batterio Proteus mirabilis.

Efficace si rivela l’azione del mirtillo rosso, in virtù della forte presenza di flavonoidi e antociani (presenti in gran numero anche nel mirtillo nero), contro la cistite. Questo piccolo frutto di bosco impedisce che i batteri si leghino alle cellule epiteliali delle vie urinarie. Molto indicato in questo caso il ricorso a un infuso di foglie di mirtillo rosso, la cui preparazione è descritta nella sezione “Come utilizzarlo”.

Al mirtillo rosso sono poi associate proprietà antinfiammatorie, mentre alla variante nera un’azione diuretica. In generale ai mirtilli sono riconosciute attività a beneficio della vista grazie alla stimolazione della produzione di rodopsina, una sostanza che aiuta l’occhio umano ad adattarsi a condizioni di scarsa luce ambientale.

A sorpresa i mirtilli si rivelerebbero utili a proteggere la salute dei denti dalla placca batterica, come sostenuto durante il XXI Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria di Roma della scorsa settimana.

Come utilizzarlo

Come accade per altri rimedi naturali conosciuti, le proprietà curative del mirtillo possono essere sfruttate sia consumandolo come un qualsiasi frutto oppure tramite un infuso delle sue foglie. Quest’ultimo si prepara lasciando in infusione per 15 minuti circa 20 grammi delle sue foglie, meglio se di mirtillo rosso, in acqua calda.

In alternativa esistono creme o pomate a base di mirtillo, disponibili già pronte in erboristeria. In caso di dubbio riguardo eventuali intolleranze o possibili reazioni allergiche è sempre consigliato il consulto con il proprio medico curante.

16 aprile 2014
I vostri commenti
Silvia, venerdì 26 maggio 2017 alle16:57 ha scritto: rispondi »

Posso sostituire l 'estratto in gocce di mirtillo rosso con le pasticche per le gambe pesanti ? Grazie

anna maria , giovedì 16 marzo 2017 alle14:17 ha scritto: rispondi »

Grazie , le informazioni le ritengo molto utili, vorrei sapere possibilmente se posso usare questi frutti disidratati dato che vivo in Sardegna dove è difficile trovarli freschi .Grazie ancora.

Lascia un commento