Mangiare frutta contribuisce a tenere il cuore al riparo dalla malattie cardiovascolari. Una riduzione del rischio di simili patologie fino al 40% secondo uno studio condotto dalla Oxford University, nel Regno Unito, da un gruppo di ricercatori guidato dal Dr. Huaidong Du.

Nello studio è stato coinvolto circa mezzo milione di cittadini cinesi, le cui abitudini di consumo di frutta sono state seguite per un periodo di sette anni. Circa il 18% di loro è risultato consumarne tutti i giorni mentre il 6,3% non ne ha consumata affatto.

La differenza di rischio di manifestare malattie cardiovascolari tra questi due gruppi è stata valutata in una riduzione del rischio compresa tra il 25 e il 40%, variabile in relazione al consumo effettivo. Come ha spiegato lo stesso ricercatore:

I nostri dati mostrano in maniera chiara come il mangiare frutta fresca possa ridurre il rischio di malattie cardiovascolari come anche la cardiopatia ischemica e l’ictus.

Non solo, più frutta viene mangiare e più il rischio di malattie cardiovascolari viene ridotto. Questo suggerisce che ingerire più frutta è benefico in comparazione a mangiarne meno o per niente.

In accordo con i risultati presentati durante l’incontro annuale della European Society of Cardiology a Barcelona, in Spagna, anche la pressione sanguigna sembra essere influenzata dal consumo di frutta: fino a 4,1 millimetri di mercurio in meno rispetto ai non consumatori.

Uno studio specifico condotto su un gruppo ridotto di circa 61.000 partecipanti, scelti tra coloro che all’inizio della ricerca mostravano disturbi cardiovascolari o ipertensione. Il consumo di frutta in questo caso ha inciso sulla riduzione della mortalità generale del 32%, mentre il rischio è stato ridotto del 27% per quanto riguarda la cardiopatia ischemica e del 40% per quanto riguarda l’ictus.

Come spiega Tracy Parker, dietista per la salute del cuore presso la British Heart Foundation e collaboratrice alla realizzazione della ricerca:

Questo studio si aggiunge a un crescente corpo di prove che evidenziano come più frutta e verdura consumiamo e migliore risulta la salute del cuore. Persino consumare una porzione in più al giorno ha aiutato a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, il che dovrebbe fornirci un ulteriore incentivo.

Questa ricerca ha verificato soltanto i benefici assicurati dalla frutta fresca, ma se state cercando di raggiungere le 5 porzioni giornaliere raccomandate ricordate che può andar bene fresca, congelata, essiccata o anche sotto forma di succhi di frutta.

Provate ad aggiungere frutta fresca ai vostri cereali, tenere una mela nella vostra borsa come spuntino di viaggio o bere un succo di frutta come dessert, possono essere tutti modi facili e veloci per aumentare le assunzioni giornaliere.

2 settembre 2014
Fonte:
Lascia un commento