Kamut nella dieta dimagrante: ecco i benefici

Se si sta seguendo o si desidera intraprendere una dieta, anche vegetariana, è consigliabile non trascurare i benefici derivanti dall’uso del kamut. Si tratta di un antico cereale legato al grano duro, più ricco di vitamine, minerali e proteine del tradizionale grano tenero, e appropriato dunque per coloro i quali desiderano perdere peso.

Kamut: valori nutrizionali e calorie

Il kamut è incredibilmente ricco di sostanze nutritive essenziali per avere un corpo sempre in forma. Una porzione di 100 grammi di questo cereale fornisce:

  •  337 calorie kcal;
  • 15 gr di proteine;
  • 70 grammi di carboidrati;
  • 2 grammi di grassi;
  • 9,1 grammi di fibre;
  • 6 mg di sodio.

Oltre a rappresentare dunque un’ottima fonte di energia, il kamut è ricco di vitamine e minerali, come ad esempio la vitamina B1, B2, B3, B6, magnesio, fosforo, potassio, ferro, zinco, selenio e manganese. L’unico grande assente nella lista è il calcio.

A differenza di alcuni cereali, il kamut mantiene gran parte delle proprie caratteristiche nutrizionali anche dopo la macinazione e/o la lavorazione. Attenzione: poiché contiene glutine, non è adatto ai celiaci o agli allergici al frumento.

Il kamut nelle diete dimagranti

È assolutamente consigliabile includerlo in una dieta dimagrante poiché non solo è completo dal punto di vista nutrizionale, ma è anche versatile: si può usare in abbinamento con molti cibi ed è comunque presente in tanti prodotti, come pane, pasta e cereali. Può essere anche mangiato a chicchi, che solitamente vengono cotti al vapore e usati anche in insalate e zuppe: in questo modo si otterrà un piatto unico ricco e dal potere saziante.

Meglio introdurlo dunque a pranzo, dato che è altamente adatto in una dieta ipocalorica. Come sempre quando si desidera dimagrire, è consigliabile associare a una giusta alimentazione anche della sana attività fisica che aiuti il corpo al dimagrimento; inoltre, bisogna non dimenticarsi di bere molta acqua, circa 1,5 o 2 litri al giorno.

Ricette a base di kamut

Ecco qualche idea per ricette a base di kamut: si potrebbe preparare ad esempio della pizza al kamut condita con verdure a piacere, oppure una zuppa di kamut con zucchine, funghi, carote, scalogno e un po’ di parmigiano grattugiato; del kamut condito con salsa di pomodoro, o con una crema ai funghi, o ancora delle polpette a base di kamut. Chi non fosse vegetariano o vegano può provare il kamut con pollo al curry, di facile preparazione e dall’alto potere saziante.

18 settembre 2013
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Giovanna, mercoledì 25 aprile 2018 alle17:45 ha scritto: rispondi »

Buongiorno, avendo qualche problema di intolleranza con la pasta integrale (soffro di colite) vorrei sapere se anche x la KAMUT esiste qs differenza. Mi trovavo molto bene con la kamut normale, ma ora qui trovo solo piu' una marca che sull'etichetta riporta KAMUT INTEGRALE e mi domando se qs precisazione e' solo una questione di marketing (come a dire "vera, originale" kamut) oppure e' proprio una differenza di lavorazione. Grazie x la vs attenzione. Cordialita'.

Rosanna, mercoledì 24 agosto 2016 alle9:18 ha scritto: rispondi »

sono vegetariana da poco mi trovo benissimo con questa nuova alimentazione e sono a dieta ma non conosco molte ricette e gli abbinamenti per sostituire carne e pollo. Potete aiutarmi?Grazie Rosanna

mariagrazia, lunedì 6 luglio 2015 alle23:52 ha scritto: rispondi »

Ho voluto sostituire la pasta di semola con la pasta di kamut... posso dire che mi sono trova benissimo... non più pancia gonfia.Provare per credere !

nilde, martedì 21 gennaio 2014 alle12:50 ha scritto: rispondi »

Grande Vinicio, la giusta informazione ci farà stare meglio di qualsiasi dieta ;)

Vinicio, mercoledì 8 gennaio 2014 alle0:10 ha scritto: rispondi »

Andrebbe precisato che il Kamut altro non è che grano di varietà khorasan, venduto però in regime di monopolio dalla Kamut LTD. Certo dal suo insediamento in Montana (USA) non è stato mai ibridato per cui ha caratteristiche definite (è anche coltivato in modo biologico). Quindi ha in principio le stesse caratteristiche nutrizionali del grano Khorasan (coltivato biologicamente anche in Italia), che si trova a prezzo inferiore. Peraltro, il dato relativo alle calorie sopra citato è inesatto. Pur essendo per molti principi nutrizional leggermentei superiore al grano comune (come lo è il khorasan), è anche più calorico: 359 cal. contro le 335 del grano comune per 100g. di alimento (Mediallion Laboratories Analytical Report No. 88011589)

Lascia un commento