Fotovoltaico in grid parity, i primi impianti per le imprese

Un impianto fotovoltaico in grado di essere economicamente conveniente anche senza incentivi. Lo propone Officinae Verdi, joint venture tra Unicredit, WWF e il partner industriale Solon, realizzando di fatto la grid partity, ovvero l’equivalenza di costi tra l’energia solare e quella prodotta con i combustibili fossili.

Grazie a una capacità produttiva particolarmente spinta, i sistemi fotovoltaici Officinae Verdi per le imprese consentono di produrre energia ad un costo inferiore agli 0,09 euro/kWh, inclusi i costi di manutenzione e il costo iniziale dell’impianto. Cifre che rendono l’investimento per i pannelli solari conveniente a prescindere dagli incentivi del Quinto Conto Energia.

Quanto alle famiglie, invece, ci vorrà un po’ di tempo perché possano usufruire del fotovoltaico in grid parity. Per quanto riguarda gli impianti domestici, infatti, bisognerà attendere l’inizio dell’anno prossimo per tariffe concorrenziali con i combustibili tradizionali anche senza incentivi. La notizia è stata accolta con soddisfazione dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini, che ha dichiarato:

La prospettiva di mercato dell’energia rinnovabile, che sempre più deve essere strettamente legata all’innovazione tecnologica e alla ricerca, è sicuramente destinata all’autosufficienza economica. Il lavoro svolto da Officinae Verdi per la realizzazione di un prodotto in grid parity dimostra la possibilità di un’accelerazione in questa direzione e dimostra come nei fatti esiste un mercato che possa rispondere positivamente alla sfida dei cambiamenti climatici mettendo i privati, siano essi individui o aziende, nelle condizioni di rispondere alle proprie esigenze energetiche diminuendo le emissioni climalteranti.

L’auspicio di Corrado Clini è che sempre più aziende, in Italia, scelgano la strada delle rinnovabili, facendo da una parte un passo fondamentale nella direzione della sostenibilità ambientale e migliorando, dall’altra, la loro competitività sul mercato. Ha aggiunto Gaetano Benedetto, direttore politiche ambientali WWF e presidente di Officinae Verdi:

Il raggiungimento della grid parity rappresenta per WWF il primo passo di una roadmap verso un diverso modello energetico fondato sul risparmio e l’efficienza energetica e sulle rinnovabili, sostenibile per l’economia, il nostro territorio e il Pianeta. La grid parity sarà una grande opportunità per tutti, perché cittadini e imprese potranno diventare autoproduttori di energia pulita, massimizzando benefici economici e ambientali, riducendo il consumo di energia primaria.

23 novembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento