Cane chiuso in macchina: è reato

Lasciare il cane rinchiuso in macchina ora è reato: a stabilirlo è la Corte di Cassazione che identifica il tutto come maltrattamento di animali. Una decisione importante per i diritti dei quattro zampe, spesso dimenticati in auto come oggetti. È un precedente importante, una decisione che potrebbe segnare un tragitto nuovo e utile per la salvezza dei cani.

A scatenare il tutto il ricorso avviato da una donna, condannata a pagare una multa di mille euro dal tribunale di Torre Annunziata, per aver lasciato il proprio cane a bordo dell’autovettura chiusa ermeticamente. La sentenza inoltre specifica:

«La circostanza dell’abbandono dell’animale in auto con i finestrini chiusi, in una giornata soleggiata e con temperatura particolarmente elevata. Un tale comportamento è assolutamente incompatibile con la natura dell’animale, potendo provocargli paura e sofferenza e che gli escrementi rinvenuti nell’auto potevano essere state provocate dallo stato di ansia e paura».

È un procedimento che potrebbe porre fine a un atteggiamento superficiale, responsabile dello stato di salute di molti cani. Proprietari incoscienti che lasciano il proprio animale d’affezione rinchiuso in una vettura completamente chiusa. Persone impegnate in commissioni varie, responsabili dell’abbandono del cane in aiuto magari in un giorno estivo.

Spesso il finestrino chiuso e la macchina parcheggiata al sole si rivelano un’arma letale. La lamiera si surriscalda velocemente creando un effetto camera a gas, terribile per la sopravvivenza dell’animale. Ma questa sentenza, finalmente, costringerà i proprietari ad una scelta più oculata.

19 novembre 2012
Lascia un commento