Vita dura per i gatti neri, ancora oggi discriminati per via del loro manto. Nonostante l’era moderna, dicerie e credenze popolare sul conto degli scuri felini stentano a perire: per molti il gatto nero è immotivatamente un simbolo di sventura. E così gli esemplari nei rifugi stentato a trovare una nuova famiglia, poiché la fama li precede determinando un vago disinteresse da parte dei potenziali adottanti. Nasce da questa constatazione la singolare iniziativa di un gattile inglese, pronto a incentivare l’adozione di un quadrupede nero a pochi giorni dal National Black Cat Day.

L’ingrata fama del gatto nero ha origine in tempi antichissimi, quando si credeva che questi animali fossero legati a streghe e demoni. Eppure, a diversi secoli di distanza, superstizione e scaramanzia continuano ad avere la meglio. E, dove non arrivano credenze popolari e leggende metropolitane, giunge la tecnologia: una recente inchiesta, infatti, ha svelato come i felini neri siano spesso ignorati da eventuali proprietari, poiché il loro colore rende complessa la possibilità di un selfie perfetto. Un trend ingiusto che il District Cats Protection Centre di Derby, nel Regno Unito, vuole invertire: sono ben 37 gli esemplari di cui si cerca una casa definitiva.

Il centro, che ospita all’incirca 180 animali, spiega come i gatti neri siano quelli più difficili da affidare a una nuova famiglia, perché spesso ignorati dai papabili adottanti. In occasione del National Black Cat Day, ma anche delle imminenti festività di Halloween, il rifugio ha quindi lanciato un’appello, già ben sostenuto dai social network: “Adotta un gatto nero”. Così spiega Helen Wood, manager del centro d’adozione, dalle pagine del Derby Telegraph:

Credo che alcune persone continuino a essere superstiziose nei loro confronti, ritenendo siano sfortunati. […] Spieghiamo alle persone che il colore del manto è solo una questione di pelle, spronandoli a portare un gatto nero a casa con loro. Io ho due mici neri e sono bellissimi, amichevoli e davvero amorevoli: adoro le loro espressioni.

Grazie al passaparola sui social, l’esempio è stato seguito da altri rifugi, pronti a promuovere l’adozione di felini neri, approfittando del periodo di Halloween. E chissà che il trend non arrivi anche in Italia, per ridonare gioia ad animali spesso dimenticati.

22 ottobre 2015
Immagini:
Lascia un commento