Produrre acqua potabile ed energia allo stesso tempo. Questo l’obiettivo dell’accordo firmato da Water Corporation, che gestisce il sistema idrico dell’Australia Occidentale, e Carnegie Wave Energy, azienda di Perth che si occupa di desalinizzazione e celebre per aver progettato la prima centrale al mondo per la produzione energetica dal moto ondoso.

A Perth, capitale dello Stato dell’Australia Occidentale, sono già in funzione vari impianti per desalinizzare l’acqua: il primo, a Kwinana, è stato costruito dalla Water Corp nel 2006, mentre un secondo impianto sta per essere ultimato a Binningup. I due impianti sono in grado insieme di soddisfare metà del fabbisogno di acqua dolce della capitale.

L’accordo di cooperazione con la Carnegie prevede la costruzione di un impianto sperimentale a Garden Island, base navale vicino Perth, da integrare con l’esistente impianto basato sull’osmosi inversa: la tecnologia CETO, realizzata dalla Carnegie, sarà il cuore del progetto.

I galleggianti creati dall’azienda di Perth, dal diametro di 11 metri, saranno ancorati al fondale tramite boe che, a loro volta, saranno collegate a delle pompe idrauliche: queste manderanno sulla terra acqua ad alta pressione. L’acqua, una volta arrivata in superficie, azionerà delle turbine idroelettriche che produrranno energia: parte di quest’acqua sarà infine convogliata nell’esistente impianto di desalinizzazione, in modo da garantire i due servizi contemporaneamente.

Il progetto è il primo nel suo genere: nella fase di avvio, dovrebbe garantire energia elettrica per 2 MW. Il CEO di Carnegie, Michael Ottaviano, ha spiegato in una nota:

Il nostro impianto pilota, che permette la dissalazione grazie al moto ondoso, sarà una prima mondiale.

I lavori dovrebbero iniziare nel 2014, grazie ad un finanziamento pubblico da 1,27 milioni di dollari, nell’ambito del Federal Government’s AusIndustry Clean Technology Innovation Program.

4 settembre 2013
I vostri commenti
simon, giovedì 19 marzo 2015 alle7:51 ha scritto: rispondi »

Fantastico ragazzi avanti tutta!!!!

giovanni iacolino, mercoledì 6 novembre 2013 alle19:29 ha scritto: rispondi »

Ritengo molto importante ed ecologico trovare una soluzione valida sfruttare la forza del mare per produrre energia,specie a servizio delle piccole isole.

Lascia un commento