Greenstyle Benessere Salute Vino e birra: anche un bicchiere al giorno aumenta il rischio ictus

Vino e birra: anche un bicchiere al giorno aumenta il rischio ictus

Vino e birra: anche un bicchiere al giorno aumenta il rischio ictus

Un consumo di alcol anche moderato può nascondere insidie per la salute. Secondo un nuovo studio basterebbe un bicchiere al giorno di vino o birra per incrementare il rischio di ictus fino al 15%. A sostenerlo sono i ricercatori della Oxford University, la cui ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica “Lancet“.

Anche dosi limitate, ma regolari di alcol possono quindi incrementare il rischio di ictus secondo gli esperti britannici, secondo i quali basterebbe un drink o due al giorno per far salire la percentuale tra il 10 e il 15%. Aumento del pericolo di ammalarsi che raggiungerebbe il 35% in caso di quattro bevande alcoliche giornaliere. Lo studio è stato condotto su circa 500mila persone, attirando però alcune critiche riguardo la scelta dei partecipanti.

I ricercatori hanno analizzato nel particolare il supposto beneficio, rispetto a chi non beve mai alcolici, offerto da un consumo regolare, ma limitato, di bevande come il vino o la birra per la protezione del sistema cardiovascolare. Stando ai dati ottenuti tale effetto protettivo non si verificherebbe, come confermato anche dal prof. Zhengming Chen, autore principale dello studio e ricercatore presso la Oxford University:

È stato affermato che un consumo moderato di alcol è potenzialmente benefico, specialmente per le malattie cardiovascolari. Questo studio mostra prove davvero consistenti che tale affermazione è sbagliata. Il messaggio chiave è che questo effetto protettivo non è reale.

Anche un consumo moderato di alcol incrementa le possibilità di avere un ictus. I risultati in merito all’infarto sono stati meno evidenti, così stiamo pianificando la raccolta di maggiori prove.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare